Area Fisica

Azioni sul documento

 

L’Area Fisica gestisce i Laboratori afferenti all’Area Fisica di ISPRA e ne coordina l’attività con i Laboratori del SNPA. Misura e monitora la radioattività ambientale promuovendo l’armonizzazione delle metodologie di misura e programmi di affidabilità e l’accreditamento anche attraverso l’organizzazione di interconfronti e gruppi di lavoro. Gestisce, per conto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, in ottemperanza alla Legge del 15 dicembre 1998, n.484, di ratifica del “Trattato sulle messa al bando totale degli esperimenti nucleari” (CTBT), così come modificata dalla Legge del 24 luglio 2003, n.197, il Laboratorio ITL10 della Rete Internazionale di Monitoraggio. Gestisce, in ottemperanza all’art.104 del D.Lgs. n.230/1995 le attività connesse alla rete nazionale di monitoraggio della radioattività ambientale RESORAD attraverso il coordinamento tecnico delle strutture delle agenzie regionali e delle province autonome per la protezione ambientale e degli istituti ed enti aderenti, inclusa la gestione della banca dati DBRad residente nel sistema informativo nazionale ambientale dell’Istituto. Partecipa a gruppi di lavoro e comitati nazionali ed internazionali in merito al monitoraggio della radioattività ambientale. Svolge attività di ricerca sulla diffusione della radioattività artificiale e naturale nell’ambiente anche in relazione all’impatto delle radiazioni ionizzanti, con particolare riguardo alla esposizione dei lavoratori e della popolazione al radon. Collabora alle attività delle emergenze nucleari per quanto riguarda la gestione dei dati radiometrici prodotti dalle ARPA/APPA nell’ambito della rete di monitoraggio. Cura lo svolgimento delle attività per le misure in campo di acustica, campi elettromagnetici e radiazioni UV. Contribuisce, per le proprie specifiche competenze tecnico-scientifiche, alla realizzazione di progetti multidisciplinari. Espleta, anche in stretto concorso con le strutture ed aree interessate dell’Istituto, attività di studio e caratterizzazione di sedimenti, terreni e rocce mediante analisi granulometriche, mineralogiche, micropaleontologiche e prove geotecniche. Cura lo svolgimento delle attività analitiche nell’ambito di progetti di ricerca e incarichi istituzionali che hanno come finalità la valutazione delle caratteristiche sedimentologiche dei fondali marini in relazione alla qualità dell’ambiente marino. Cura lo svolgimento delle attività relative alla meccanica delle terre nell’ambito delle indagini preliminari su siti oggetto di interventi in ingegneria civile o nella redazione di relazioni geologiche e/o cartografie geotematiche. Cura lo svolgimento delle attività per le misure in campo di acustica, campi elettromagnetici e di radiazioni UV. Contribuisce, per le proprie specifiche competenze tecnico-scientifiche, alla realizzazione di progetti multidisciplinari. Coordina il personale coinvolto nelle attività analitiche, assicurandone la formazione e il mantenimento del livello qualitativo e quantitativo delle competenze acquisite. Elabora linee guida recanti indicazioni sulle corrette procedure metodologiche di campionamento e analisi nel campo della sedimentologia, micropaleontologia ambientale, meccanica dei terreni e rocce e nelle misurazioni dei livelli di inquinamento acustico, di CEM e di radiazioni UV.

 

Laboratorio di meccanica dei terreni e delle rocce

Laboratorio di preparazione dei campioni geologici

Laboratorio di Sedimentologia e trattamenti

Laboratori di misura della radioattività