5a Conferenza di revisione della Convenzione internazionale sulla sicurezza della gestione del combustibile irraggiato e dei rifiuti radioattivi - Vienna, 11-22 maggio 2015

Azioni sul documento
5a Conferenza di revisione della Convenzione internazionale sulla sicurezza della gestione del combustibile irraggiato e dei rifiuti radioattivi - Vienna, 11-22 maggio 2015

Lunedì 11 maggio, si sono aperti a Vienna, presso la AIEA, i lavori della 5a Conferenza di revisione della Convenzione internazionale sulla sicurezza della gestione del combustibile irraggiato e dei rifiuti radioattivi, alla quale partecipano le delegazioni di 70 Stati Parte della Convenzione.
I lavori della Conferenza sono incentrati sulla presentazione e discussione dei Rapporti nazionali prodotti dagli Stati Parte e sulle valutazioni risultanti dalla loro revisione.
Della delegazione italiana, guidata dal Direttore Generale dell’istituto, Dr. Stefano Laporta, fanno parte rappresentanti del Dipartimento Nucleare dell’Istituto, quale Autorità di Sicurezza Nucleare e  rappresentanti della SOGIN, quale Operatore nazionale.
In accordo alle procedure della Convenzione, i 70 Stati Parte della Convenzione sono stati suddivisi in sette Gruppi di lavoro. L’Italia è inserita nel Gruppo 6 - unitamente a Brasile, Cina, Cipro, Germania, Malta, Montenegro, Macedonia, Uzbekistan ed EURATOM – con Presidenza Giappone e Relatore USA.
La presentazione del Rapporto Nazionale dell’Italia, quale quarto Rapporto, si è tenuta nella giornata di apertura di lunedì 11 maggio, ottenendo un riscontro molto positivo.
La presentazione italiana ha messo in luce i progressi acquisiti nel campo della messa in sicurezza dei rifiuti radioattivi e della disattivazione delle installazioni nucleari. Particolare apprezzamento è stato espresso per il processo in corso di localizzazione del sito per il deposito nazionale.
Le formali conclusioni sul Rapporto di ciascun Stato Parte saranno presentate nelle riunioni plenarie dei lavori che, a partire dal 18 maggio, si chiuderanno il 22 maggio.