Decima edizione della Notte dei Ricercatori

Azioni sul documento

Roma, 25 settembre

Il prossimo 25 settembre torna la Notte Europea dei Ricercatori il grande evento che da ormai 10 anni porta la scienza e i ricercatori tra i cittadini, i giovani, gli studenti contemporaneamente in tutta Italia e tutta Europa. La Notte Europea dei Ricercatori è un progetto promosso dalla Commissione Europea ed è un’iniziativa che ha riscosso in Italia un successo sempre crescente arrivando a toccare, durante la scorsa edizione, la cifra record di 50.000 presenze. Quest’anno si festeggia il decennale della Notte, la cui prima edizione è stata nel 2004.

Lo scopo della manifestazione è quello di far uscire i ricercatori dai loro laboratori, università  e istituti di ricerca e di favorire il loro incontro con i cittadini, in un ambiente informale. ISPRA partecipa per il secondo anno consecutivo alla Notte dei Ricercatori, collaborando con l’Università Roma Tre e l'Università di Padova.

Il Dipartimento Difesa del Suolo e il Dipartimento Difesa della Natura organizzano l’evento:

"Natural heritage: alla scoperta del grande patrimonio geologico del Lazio”.
Un viaggio virtuale alla scoperta geologica del nostro territorio e ad alcuni dei suoi  geositi. Attraverso alcuni itinerari nel Lazio scopriremo le rocce, i fossili e i minerali più caratteristici della regione.

Attività proposte:
Le rocce e i fossili raccontano la storia della Terra: mostra di campioni di rocce e fossili, visti anche con l’uso di un microscopio.
Audio-visione di una favola sul museo paleontologico del Servizio Geologico d’Italia.
Frane e alluvioni, terremoti ed eruzioni vulcaniche: ma sono davvero calamità naturali?

Programma degli eventi che si terranno presso l'Università Roma Tre

Ulteriori informazioni

 

ISPRA STS Chioggia partecipa all'evento:

Ciclo di conferenze: "Il ricercatore si racconta"

Programma

archiviato sotto: