Servizio Certificazioni Ambientali

Azioni sul documento

Il Settimo Programma Comunitario di Azione per l'ambiente denominato "Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta", valido fino al 31 dicembre 2020, fissa le priorità e gli obiettivi della politica ambientale della UE fondando la sua azione sul principio "chi inquina paga", sul principio di precauzione e di azione preventiva e su quello di riduzione dell'inquinamento alla fonte.

Il Programma individua nove obiettivi prioritari da realizzare:

  1. proteggere, conservare e migliorare il capitale naturale dell'Unione;
  2. trasformare l'Unione in un'economia a basse emissioni di carbonio, efficiente nell’impiego delle risorse, verde e competitiva;
  3. proteggere i cittadini da pressioni e rischi ambientali per la salute e il benessere;
  4. sfruttare al massimo i vantaggi della legislazione Ue in materia di ambiente migliorandone l’attuazione;
  5. migliorare le basi scientifiche della politica ambientale dell’Unione;
  6. garantire investimenti a sostegno delle politiche in materia di ambiente e clima e tener conto delle esternalità ambientali;
  7. migliorare l'integrazione ambientale e la coerenza delle politiche;
  8. migliorare la sostenibilità delle città dell'Unione;
  9. aumentare l'efficacia dell'azione unionale nell'affrontare le sfide ambientali e climatiche a livello regionale e internazionale.

Nell’ambito dell’obiettivo 2 “trasformare l'Unione in un'economia a basse emissioni di carbonio, efficiente nell’impiego delle risorse, verde e competitiva” si definisce una strategia integrata di "inverdimento” dell’economia con azioni mirate:

  • al mondo produttivo, attraverso l’adozione dell’eco-innovazione e delle migliori tecniche disponibili (BAT), nonché di EMAS quale strumento che incoraggia e favorisce tale evoluzione verde;
  • al mercato, attraverso la diffusione di strumenti, quali l’ECOLABEL UE, capaci di fornire ai consumatori informazioni precise, facilmente comprensibili e affidabili sui prodotti e servizi che acquistano favorendo in tal modo l’aumento dell’offerta di prodotti sostenibili per l’ambiente e stimolando una transizione significativa nella domanda di tali prodotti.
  • all'integrazione ed al principio della sussidiarietà, secondo quanto previsto dalla Commissione Europea in materia di Politica Integrata di Prodotto (IPP).
  • agli Enti Pubblici, attraverso l'implementazione di politiche di acquisti verdi (Green Public Procurement - GPP)

 

 


Premio EMAS Italia 2019: La cerimonia di premiazione avrà luogo il 24 maggio 2019 presso Villa Bassi Rathgeb - Via Appia Monterosso, 50-52 Abano Terme (PD).

Programma


Lettera Circolare ai Verificatori Ambientali: "Richieste di proroga dei termini per la presentazione degli aggiornamenti annuali e dei rinnovi della Registrazione EMAS"

Leggi


Lettera Circolare ai Verificatori Ambientali: "Regolamento (UE) 2018/2026 della commissione del 19 dicembre 2018 che modifica l'Allegato IV del Regolamento (CE) n. 1221/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio sull'adesione volontaria delle organizzazioni a un sistema comunitario di ecogestione e audit (EMAS)

Leggi


Le novità introdotte dal Regolamento (UE) n. 2026/2018

Il nuovo Allegato IV di EMAS

 


IMPORTANTE: AGGIORNAMENTO CODICI IBAN

Attenzione: per i versamenti sul  capitolo 2594: Somme derivanti dai diritti di concessione d’uso del marchio CEE di qualità ecologica di cui  agli articoli 10 e 14 del decreto del Ministro dell’ambiente 2 agosto 1995, n. 413 utilizzare:

Articolo 01: Diritti per la concessione del marchio sulla qualità ecologica dei prodotti (Ecolabel UE)
Articolo 02: Diritti per la partecipazione al sistema di ecogestione ed audit (EMAS)

Pertanto, l’articolo dedicato al pagamento dei diritti Ecolabel UE è il 2594/01 e per EMAS è il 2594/02.

I codici IBAN delle Tesorerie Provinciali dello Stato, competenti per territorio, sono reperibili  consultando questa pagina. L'IBAN da utilizzare è quello contraddistinto dalla sigla CP (Competenze).


REVISIONE DELLO SCHEMA DI RICONOSCIMENTO DEI CORSI DI FORMAZIONE IN MATERIA DI EMAS ED ECOLABEL UE

E’ stata approvata dal Comitato Ecolabel Ecoaudit nella seduta del 14 gennaio 2019 la revisione n.7 dello Schema di riconoscimento dei corsi di formazione in materia di EMAS ed ECOLABEL UE.

E’ possibile scaricare il documento da qui.


LE NOVITÀ INTRODOTTE DAL REGOLAMENTO (UE) 1505/17
E' disponibile la brochure con le  "Le novità introdotte dal Regolamento (UE) 1505/2017", scaricabile qui.


PUBBLICATO IL DECALOGO DELLA COMUNICAZIONE IN EMAS
E' possibile scaricare il documento qui.


REVISIONE DELLA POSIZIONE SUI DISTRETTI

È stata approvata nella seduta di Comitato del 30/11/2018 la rev.2 della "Posizione del Comitato per l'Ecolabel e per l'Ecoaudit sull'applicazione del Regolamento EMAS sviluppato nei Distretti (Cluster)"
La procedura è scaricabile qui.


DIAGNOSI ENERGETICA PER LE ORGANIZZAZIONI REGISTRATE EMAS
Ex D.Lgs 102/2014

Si ricorda che nella Circolare esplicativa “Chiarimenti in materia di diagnosi energetica nelle imprese ai sensi dell’art. 8 del Decreto Legislativo n.102/2014” viene ribadito che, con esclusivo riferimento allo Schema volontario EMAS, l’organismo preposto all’esecuzione della diagnosi energetica è l’ISPRA.

A tal fine, ISPRA informa tutte le organizzazioni registrate EMAS di essere operativa per espletare i compiti ad essa affidati dal decreto in questione.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi a:

Ing. Salvatore Curcuruto
Responsabile Servizio Certificazioni Ambientali
Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale - ISPRA

Via V. Brancati, 48 - 00144 ROMA
Tel. 0650072356 - Fax 0650072078
cell. 3293816421

e-mail: salvatore.curcuruto@isprambiente.it

oppure all’indirizzo e-mail:   emas@isprambiente.it


Pubblicata proroga durata contratti Ecolabel UE per Detersivi

È stata pubblicata il 13/07/2018 in Gazzetta Ufficiale europea la DECISIONE (UE) 2018/993 DELLA COMMISSIONE  dell'11 luglio 2018 recante modifica delle decisioni (UE) 2017/1214, (UE) 2017/1215, (UE) 2017/1216, (UE) 2017/1218 e (UE) 2017/1219 relativamente alla durata del periodo transitorio. 

Tutti i contratti Ecolabel UE, relativi ai gruppi della Detergenza...

Leggi tutto


Attivazione PEC Comitato-Sezione Ecolabel e introduzione firma digitale per stipula contratti
Nelle more del processo di dematerializzazione ed informatizzazione delle procedure della PA - cui anche Ecolabel UE è tenuta ad adeguarsi – si informa che è stato attivato l’account di Posta Elettronica Certificata della Sezione Ecolabel del Comitato per l’Ecolabel e l’Ecoaudit, raggiungibile all’indirizzo di PEC comitato.ecolabel@pec.it.

Leggi tutto


ATTIVO IL NUOVO SISTEMA DI GESTIONE ON-LINE DELLE REGISTRAZIONI EMAS
Dopo una fase sperimentale alla quale hanno preso parte alcune realtà registrate EMAS, è stata avviata la nuova procedura per la richiesta di registrazione e l’inoltro della relativa documentazione completamente on-line...


Leggi tutto


 

Per informazioni:

06 5007 3041

emas@isprambiente.it

ecolabel@isprambiente.it

 

 


Modulo ISPRA di Rilevazione della Customer Satisfaction, in merito ai servizi resi dall'Istituto all'utenza esterna.