Catalogo Incentivi EMAS/Ecolabel

Azioni sul documento

 

Vai a: Catalogo incentivi per EMAS, Ecolabel e UNI EN ISO14001

L'adesione volontaria delle imprese all'EMAS e all'Ecolabel UE può essere sicuramente favorita da una legislazione che riconosca dei benefici e che preveda concreti incentivi per le organizzazioni che ottengono la registrazione EMAS e le imprese che certificano prodotti e servizi con il marchio Ecolabel UE. La ratio che sostiene l'introduzione di questi provvedimenti agevolativi è da ricercare nel fatto che tali organizzazioni dedicano risorse aggiuntive al miglioramento ambientale e alla riduzione dell'inquinamento, rispetto a quelle necessarie a mantenere la mera conformità normativa, "internalizzando" quindi i relativi costi sociali.

Negli ultimi anni, il Legislatore si è sempre più orientato in tal senso, inserendo notevoli agevolazioni di varia natura sia a livello nazionale che locale, creando così una struttura complessa di incentivi a volte cumulabili tra loro. Oltre a ciò, la legge 221/2015 (cd "Green Economy") prevede, all'art. 68, che sia istituito, presso il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, il Catalogo dei sussidi ambientalmente dannosi e dei sussidi ambientalmente favorevoli. I sussidi, secondo quanto riportato dal citato articolo, sono intesi nella loro definizione più ampia e comprendono, tra gli altri, gli incentivi, le agevolazioni, i finanziamenti agevolati e le esenzioni da tributi direttamente finalizzati alla tutela dell'ambiente.

In questo ambito, l'ISPRA rispondendo all'esigenza di diffondere la conoscenza di tali agevolazioni presenti sul territorio nazionale e favorirne l'utilizzo da parte delle organizzazioni già registrate EMAS/ISO 14001 o in possesso del marchio Ecolabel UE, così come promuovere nuove certificazioni ambientali, ha realizzato e reso disponibile on line il "Catalogo degli Incentivi EMAS/Ecolabel". Il Catalogo, aggiornato con frequenza semestrale, permette la consultazione dei provvedimenti agevolativi in vigore e, attraverso un sistema di filtri, la selezione degli stessi in base a specifici elementi: l'ambito di applicazione (nazionale/regionale); il tipo di agevolazione (economica, autorizzatoria, procedurale, fiscale, ecc); il settore ambientale interessato (rifiuti, energia, AIA, IPPC, GPP, ecc..); per avere maggiori informazioni sul funzionamento dei filtri e delle altre funzioni del data base è disponibile una breve linea guida.

VAI AL CATALOGO:    http://certificazioni.isprambiente.it/incentivi/




Ultimo aggiornamento: ottobre 2019