Come si ottiene

Azioni sul documento

Il richiedente deve presentare formale domanda di concessione della licenza d’uso del marchio Ecolabel UE all’ organismo competente italiano (Sezione Ecolabel del Comitato per l’ Ecolabel e l’ Ecoaudit) che, nello svolgimento della propria attività, si avvale del supporto tecnico del Settore Ecolabel del Servizio CER di ISPRA.

Le fasi in cui si articola la concessione della licenza di uso del marchio Ecolabel UE (prima concessione, estensione o rinnovo) sono descritte nella “Procedura per la concessione della licenza d’uso del marchio Ecolabel UE e per la vigilanza sul corretto uso dello stesso” che si invita a leggere con attenzione.

Contestualmente alla pre-registrazione su ECAT, il richiedente deve inviare all’ organismo competente italiano , a mezzo posta, la domanda di concessione, redatta conformemente ai seguenti appositi modelli:

 

Il modello di domanda, opportunamente compilato, va inviato in formato cartaceo tramite servizi postali,al seguente indirizzo:

Sezione Ecolabel Italia
del Comitato per l’Ecolabel e l’Ecoaudit
c/o ISPRA
Via Vitaliano Brancati, 48
00144 – ROMA

N.B. Domande presentate secondo modelli difformi da quelli sopra riportati non potranno essere accettate

A tale domanda il richiedente dovrà allegare (preferibilmente su supporto digitale):

  • tutta la documentazione richiesta nel modello comprensiva di attestazioni dell’avvenuto pagamento dei diritti di istruttoria e, per le aziende già licenziatarie, degli eventuali diritti annuali dovuti (N.B.Il mancato pagamento dei diritti è un elemento ostativo all’avvio del procedimento istruttorio e causa di rigetto della domanda);

  • tutta la documentazione tecnica richiesta dai Criteri Ecolabel UE relativi allo specifico gruppo di prodotti/servizi cui la domanda si riferisce, (tale documentazione, riepilogata anche nei manuali dell’utente/user manuals specifici per ogni gruppo di prodotti/servizi, è scaricabile dalle seguenti pagine:

Normativa –> Criteri Ecolabel UE Prodotti

Normativa -> Criteri Ecolabel UE Servizi.

 

Ed è rinvenibile anche sul sito della CE http://ec.europa.eu/environment/ecolabel/products-groups-and-criteria.html

 

Iter istruttorio e delibera

Entro 60 giorni lavorativi dal ricevimento della richiesta di concessione del marchio Ecolabel UE, il supporto ISPRA verifica: i requisiti del richiedente, se la documentazione presentata è completa, se i prodotti/servizi rispettano i criteri per l’assegnazione del marchio Ecolabel UE, ed effettua l’eventuale verifica ispettiva.

A conclusione dell’istruttoria tecnico amministrativa ISPRA redige una relazione che invia alla Sezione Ecolabel per le deliberazioni conseguenti.

La Sezione Ecolabel entro trenta giorni dal ricevimento della relazione di istruttoria, assume una decisione in merito alla domanda del richiedente.

Nel caso in cui deliberi l’accoglimento della domanda di concessione del marchio Ecolabel UE, il suo Presidente è autorizzato a sottoscrivere il relativo contratto di licenza.

 

Pre-Registrazione ECAT

Verifiche ispettive in fase di istruttoria:

Le verifiche ispettive durante i procedimenti istruttori vengono effettuate quando:

 

  • previste dalle Decisioni della Commissione UE applicabili

  • le organizzazioni interessate non danno evidenza di:

    • avere attuato e certificato e di mantenere in funzione un Sistema di Gestione della qualità o di Gestione Ambientale o

    • di possedere procedure operative dei processi e dei controlli che assicurano un buon margine di confidenza sulla capacità del richiedente di rispettare i criteri Ecolabel applicabili ed in particolare di avere un piano di controllo che garantisca il rispetto dei criteri Ecolabel nel tempo,

  • ritenute necessarie dalla Sezione Ecolabel.

 

Il richiedente deve consentire al supporto ISPRA di svolgere verifiche ispettive in loco (presso uffici, aziende e siti produttivi). A questo scopo il supporto ISPRA concorda con il richiedente i tempi di esecuzione della verifica.

 

Le verifiche ispettive sono effettuate da personale tecnico del supporto ISPRA, o da questo specificamente incaricato, nei periodi di ordinaria operatività di uffici, aziende e siti produttivi (nel caso delle strutture ricettive e dei campeggi, nei periodi di apertura stagionale).

 

Al termine di una verifica ispettiva viene redatto un verbale, firmato da entrambe le parti in cui sono riportati gli esiti della stessa.

Nel caso siano riscontrate delle Non Conformità nel verbale debbono essere indicati i tempi e le modalità per la loro risoluzione, così come concordati tra supporto ISPRA e richiedente nel corso della visita.

 

Costi e modalità di pagamento

Laboratori accreditati

Uso corretto del Logo Ecolabel UE

Sorveglianza Sui Prodotti Ecolabel UE E Controllo Sull’uso Del Marchio

ISPRA, su mandato della Sezione Ecolabel, svolge attività di sorveglianza sui prodotti che hanno ottenuto il marchio Ecolabel UE ai sensi dell’ Art.10 del Regolamento 66/2010.

 

Tale attività è finalizzata alla verifica del mantenimento nel tempo della conformità ai criteri del marchio Ecolabel UE da parte dei prodotti/servizi che hanno ottenuto la licenza di uso del marchio, e della correttezza dell’uso del marchio stesso.

 

L’attività di sorveglianza si esplica attraverso un processo di analisi documentale, che include la verifica della pubblicità, del sito web e dell’etichetta utilizzata, e può includere verifiche ispettive di sorveglianza presso i siti citati nel contratto e analisi di laboratorio effettuate sui prodotti.

 

L’attività di sorveglianza può interessare qualsivoglia Titolare, in qualsiasi momento della validità del contratto avente ad oggetto il marchio Ecolabel UE.

 

Le verifiche ispettive di sorveglianza sono eseguite dal supporto tecnico ISPRA senza preavviso al Titolare (art.10 del Regolamento).

 

N.B. Le spese affrontate dal supporto ISPRA per lo svolgimento delle eventuali verifiche ispettive di sorveglianza, (compresi i costi per eventuali analisi di laboratorio), così come previsto dal Regolamento Ecolabel UE 66/2010, sono a carico del richiedente o del Titolare