Costi e modalità di pagamento

Azioni sul documento

I costi della certificazione Ecolabel UE si dividono in:

 

 

ATTENZIONE:

 

1. Diritti d’istruttoria

Se la domanda (di prima concessione/rinnovo o di estensione del contratto di concessione) si riferisce a prodotti, indipendentemente dal numero dei prodotti coinvolti:

  • gli importi dovuti dalle aziende come diritti di istruttoria per ciascuna formulazione-composizione di prodotto sono quelli indicati nella tabella 1 che segue.
    Non si considerano variazioni di formulazione-composizione le variazioni di colore e/o profumazione come ad es. nei prodotti vernicianti, nei detergenti etc.
    Nel caso specifico dei prodotti afferenti al settore cartario, si intende come una singola "composizione" quella realizzata con un massimo di 5 (cinque) polpe; nel caso di trasformatori (converters) che utilizzino diversi semilavorati già certificati Ecolabel UE, l’importo da corrispondere sarà quello relativo ad un’unica formulazione.

 

Tabella 1:

 

Importi
(€)
Grandi Imprese1.200,00
PMI600,00
Microimprese350,00




  • Gli stessi importi sono dovuti per ciascun successivo tipo di impianto principale, oltre al primo, utilizzato nel processo produttivo e per il quale i relativi criteri Ecolabel UE prevedano un controllo, come per es. in relazione a emissioni, consumi etc.
    (Ad es. nel caso di prodotti tutti caratterizzati da una stessa formulazione/composizione, ma prodotti in due diversi impianti produttivi come sopra definiti l’importo da pagare come diritto di istruttoria è pari a quello indicato in tabella 1 moltiplicato per 2).
  • Nel caso di domande di estensione di contratti già stipulati relative a prodotti che differiscono da quelli per i quali il richiedente ha già ottenuto la licenza di uso del marchio Ecolabel UE soltanto per il nome commerciale e/o il formato, il richiedente deve pagare una sola volta, complessivamente per tutti i prodotti, l’importo di 100,00 €. Lo stesso importo potrà applicarsi in caso di estensione per utilizzo di un diverso semilavorato già certificato Ecolabel UE (es. trasformatori tessuto carta).

Se la domanda (di prima concessione/rinnovo o di estensione del contratto di concessione) si riferisce a servizi turistici (servizi di campeggio o servizio di ricettività turistica):

  • gli importi dovuti dalle aziende come diritti di istruttoria per ciascun sito in cui il servizio viene svolto sono quelli indicati nella tabella 1 che precede.


Riduzioni
Alle somme indicate nella Tabella 1 si applicano le seguenti riduzioni:

per le aziende in possesso della certificazione EMAS: 30%
per le aziende certificate ISO 14001: 15%

le riduzioni non sono tra loro cumulabili. Alle somme dovute per le domande di estensione di contratti già stipulati relative a prodotti che differiscono da quelli per i quali il richiedente ha già ottenuto la licenza di uso del marchio Ecolabel UE soltanto per il nome commerciale e/o il formato, non si applica nessuna riduzione.

I diritti d’istruttoria sono comprensivi dei costi di verifica presso le aziende.


Modalità di pagamento dei diritti d’istruttoria
INTESTATARIO: ISPRA
ISTITUTO BANCARIO: Banca Nazionale del Lavoro
CONTO CORRENTE NUMERO: 218550
CODICE IBAN: IT 67 P 01005 03382 000000 218550
SWIFT CODE: BNL I I T R R



2. Diritti annuali per l’utilizzo del marchio Ecolabel UE

2a. Per i prodotti/servizi che hanno ottenuto il marchio Ecolabel UE venduti/erogati fino al 31/12/2014 si applicano i diritti di seguito indicati:

per i PRODOTTI:
• 0,15% del fatturato ottenuto dai prodotti Ecolabel UE venduti all’interno dell’Unione europea (prezzo franco fabbrica) con i seguenti limiti per categoria d’azienda:




MINMAX
Grandi Imprese€ 500,00€ 1.500,00
PMI€ 500,00€ 750,00
Micro-Imprese€ 350,00€ 350,00

 

per i SERVIZI:
• 0,075% del volume di affari annuo.
Il volume d’affari è calcolato considerando il prezzo medio del pernottamento, senza servizi aggiuntivi, moltiplicato per il numero di pernottamenti, con i seguenti limiti per categoria d'azienda:



MINMAX
Grandi Imprese€ 100,00€ 1.500,00
PMI€ 100,00€ 750,00
Micro-Imprese€ 100,00€ 350,00



Riduzioni
Nessuna riduzione è applicabile ai diritti annuali per l’utilizzo del marchio Ecolabel UE.
Il valore minimo dei diritti annuali è dovuto in ogni caso, anche in assenza di produzione/erogazione servizio e indipendentemente dalla data di ottenimento del marchio stesso.
Per il calcolo dei diritti è possibile utilizzare i modelli allegati.

Modalità di pagamento dei diritti annuali
I diritti annuali per ciascun anno devono essere pagati dall’azienda

  • per le società di capitali e/o gli enti che approvano formalmente il bilancio di esercizio:
    entro i 60 giorni successivi alla data di approvazione del bilancio d’esercizio relativo allo stesso anno (indicativamente entro il mese di giugno dell’anno successivo a quello in cui sono state effettuate le vendite).
  • per le ditte individuali e/o le società di persone e/o gli enti che non approvano formalmente il bilancio di esercizio:
    entro i 30 giorni successivi al termine previsto per la presentazione della dichiarazione dei redditi.

I diritti annuali devono essere versati dall’azienda, separatamente, per ogni diverso gruppo di prodotti (gdp) per il quale abbia ottenuto una licenza Ecolabel UE (ad esempio un’azienda che ha ottenuto la licenza d’uso del marchio per i due diversi gdp "detergenti multiuso" e "detersivi per piatti" deve fare due distinti versamenti relativi ciascuno ad uno dei due gdp sopra citati.

I diritti annuali non includono i costi delle eventuali verifiche di controllo stabilite dall’Organismo Competente, incluse le visite ispettive, che saranno addebitati all’azienda.

In assenza di comunicazioni da parte dell’azienda, relativamente al fatturato dei prodotti Ecolabel che figura nel bilancio d’esercizio approvato, i diritti annuali vengono determinati sulla base della tariffa massima dovuta per la categoria di impresa alla quale l’azienda appartiene.

In caso di mancato pagamento dei diritti annuali, il Comitato provvede di conseguenza, sia con riferimento all’adozione di provvedimenti di diniego, risoluzione e revoca previsti dal contratto, sia con riferimento alla trasmissione degli atti all’Autorità competente per il recupero dei crediti erariali.

La prova dell’avvenuto pagamento è costituita dalla ricevuta del versamento che deve essere inviata, per posta elettronico o per fax, unitamente alla dichiarazione relativa al fatturato/volume d’affari, alla segreteria del Comitato.

I diritti annuali vanno pagati alle Tesorerie Provinciali di Stato (NON vanno versati ad ISPRA).

Il versamento può essere fatto direttamente alla competente Sezione di Tesoreria Provinciale dello Stato oppure a mezzo di c/c postale intestato alla medesima Sezione della Tesoreria, specificando quanto di seguito indicato:

 

beneficiario:Tesoreria Provinciale dello Stato, Sezione di __________ (indicare la provincia competente)
causale di versamento:U.P.B. 32.2.3. "Diritti di partecipazione sistema di ecogestione e qualità ecologica ed altri introiti". Capo 32, Cap. 2594 ECOLABEL
n. di licenza:IT/____/____ (indicare il numero del contratto Ecolabel)
anno di riferimento:___________ (indicare l’anno cui si riferiscono le vendite di prodotti Ecolabel in relazione alle quali vengono pagati i diritti annuali)
eseguito da:___________ (indicare il nome dell’azienda titolare del contratto Ecolabel)

E’ altresì possibile pagare i diritti annuali tramite bonifico bancario.
Per un elenco delle coordinate IBAN delle Tesorerie provinciale dello Stato cliccare qui.

 

2b. Per i prodotti/servizi che hanno ottenuto il marchio Ecolabel UE venduti/erogati a partire dal 01/01/2015 si applicano i diritti di seguito indicati:

per i PRODOTTI:
• 0,15% del fatturato ottenuto dai prodotti Ecolabel UE venduti all’interno dell’Unione europea (prezzo franco fabbrica) con i seguenti limiti per categoria d’azienda:

MINMAX
Grandi Imprese€ 500,00€ 25.000,00
PMI€ 350,00€ 18.750,00
Micro-Imprese€ 100,00€ 3.000,00

 

per i SERVIZI:
• 0,10% del volume di affari annuo.
Il volume d’affari è calcolato considerando il prezzo medio del pernottamento, senza servizi aggiuntivi, moltiplicato per il numero di pernottamenti, con i seguenti limiti per categoria d'azienda:

 

MINMAX
Grandi Imprese€ 500,00€ 25.000,00
PMI€ 350,00€ 18.750,00
Micro-Imprese€ 100,00€ 3.000,00

 

Riduzioni
Nessuna riduzione è applicabile ai diritti annuali per l’utilizzo del marchio Ecolabel UE

Il valore minimo dei diritti annuali è dovuto in ogni caso, anche in assenza di produzione/erogazione servizio e indipendentemente dalla data di ottenimento del marchio stesso.

Per il calcolo dei diritti è possibile utilizzare i modelli allegati.

Modalità di pagamento dei diritti annuali

I diritti annuali per ciascun anno devono essere pagati dall’azienda

  • per le società di capitali e/o gli enti che approvano formalmente il bilancio di esercizio:
    entro i 60 giorni successivi alla data di approvazione del bilancio d’esercizio relativo allo stesso anno (indicativamente entro il mese di giugno dell’anno successivo a quello in cui sono state effettuate le vendite).
  • per le ditte individuali e/o le società di persone e/o gli enti che non approvano formalmente il bilancio di esercizio:
    entro i 30 giorni successivi al termine previsto per la presentazione della dichiarazione dei redditi.

I diritti annuali devono essere versati dall’azienda, separatamente, per ogni diverso gruppo di prodotti (gdp) per il quale abbia ottenuto una licenza Ecolabel UE (ad esempio un’azienda che ha ottenuto la licenza d’uso del marchio per i due diversi gdp "detergenti multiuso" e "detersivi per piatti" deve fare due distinti versamenti relativi ciascuno ad uno dei due gdp sopra citati.

I diritti annuali non includono i costi delle eventuali verifiche di controllo stabilite dall’Organismo Competente, incluse le visite ispettive, che saranno addebitati all’azienda.

In assenza di comunicazioni da parte dell’azienda, relativamente al fatturato dei prodotti Ecolabel che figura nel bilancio d’esercizio approvato, i diritti annuali vengono determinati sulla base della tariffa massima dovuta per la categoria di impresa alla quale l’azienda appartiene.

In caso di mancato pagamento dei diritti annuali, il Comitato provvede di conseguenza, sia con riferimento all’adozione di provvedimenti di diniego, risoluzione e revoca previsti dal contratto, sia con riferimento alla trasmissione degli atti all’Autorità competente per il recupero dei crediti erariali.

La prova dell’avvenuto pagamento è costituita dalla ricevuta del versamento che deve essere inviata, per posta elettronico o per fax, unitamente alla dichiarazione relativa al fatturato/volume d’affari, alla segreteria del Comitato.

I diritti annuali vanno pagati alle Tesorerie Provinciali di Stato (NON vanno versati ad ISPRA).

Il versamento può essere fatto direttamente alla competente Sezione di Tesoreria Provinciale dello Stato oppure a mezzo di c/c postale intestato alla medesima Sezione della Tesoreria, specificando quanto di seguito indicato:

beneficiario:Tesoreria Provinciale dello Stato, Sezione di __________ (indicare la provincia competente)
causale di versamento:U.P.B. 32.2.3. "Diritti di partecipazione sistema di ecogestione e qualità ecologica ed altri introiti". Capo 32, Cap. 2594 ECOLABEL
n. di licenza:IT/____/____ (indicare il numero del contratto Ecolabel)
anno di riferimento:___________ (indicare l’anno cui si riferiscono le vendite di prodotti Ecolabel in relazione alle quali vengono pagati i diritti annuali)
eseguito da:___________ (indicare il nome dell’azienda titolare del contratto Ecolabel)

E’ altresì possibile pagare i diritti annuali tramite bonifico bancario.
Per un elenco delle coordinate IBAN delle Tesorerie provinciale dello Stato cliccare qui.