Indagine on-line sulle Dichiarazioni Ambientali in ambito EMAS

Azioni sul documento

on-line surveyLa Sezione EMAS del Servizio Certificazioni Ambientali di ISPRA sta organizzando una giornata formativa e informativa sull’importanza di uno strumento di comunicazione come quello rappresentato dalle Dichiarazioni Ambientali.

L’evento, previsto per la prima metà di marzo 2018, costituirà l’occasione per condividere esperienze e percorsi tra le realtà che si sono cimentate con successo nella realizzazioni di Dichiarazioni Ambientali ben strutturate, esaustive nei contenuti ed efficaci ai fini della leggibilità e fruibilità. A margine dell’incontro verranno date anche indicazioni e forniti suggerimenti su come realizzare prodotti funzionali rispetto l’obiettivo di informare e coinvolgere i destinatari sui risultati ottenuti in campo ambientale.

Allo scopo di raccogliere dati significativi per poter definire il contesto di riferimento e descrivere lo stato dell’arte, è stato messo a punto un apposito QUESTIONARIO ON-LINE che - attraverso poche semplici domande - sarà in grado di fornire importanti informazioni da parte di tutte le Organizzazioni registrate EMAS sulle proprie Dichiarazioni Ambientali.

Il questionario, cui è possibile rispondere on-line all’indirizzo http://bit.ly/intervistaEMASsuDA, si propone di riassumere in pochi item le caratteristiche principali della propria esperienza nella redazione e pubblicazione di questi  importanti documenti. La partecipazione all’indagine richiede solo pochi minuti e viene garantito l’anonimato rispetto le risposte fornite, i cui dati verranno utilizzati solo in forma aggregata e rielaborata.

Prendere parte a questa iniziativa consentirà al Servizio Certificazioni ambientali di raccogliere informazioni importanti e calibrare azioni e strumenti per fornire un supporto concreto a tutte le realtà che hanno intrapreso questo percorso o hanno intenzione di intraprenderlo: per partecipare all’indagine c’è tempo fino al 31 gennaio prossimo e si raccomanda pertanto di cogliere quanto prima questa preziosa opportunità di poter fornire un contributo fattivo al miglioramento continuo del sistema EMAS nel nostro Paese.