no homepage

Azioni sul documento

Spot Progetto INDICIT

Il progetto europeo Indicit utilizza le tartarughe marine Caretta caretta come indicatori dell’impatto della plastica sugli animali del Mediterraneo. Le Carette caretta sono largamente diffuse in vari habitat e hanno la caratteristica di ingerire i rifiuti marini. Oltre all’Ispra, Indicit vede coinvolti partner internazionali di Grecia, Spagna, Canarie, Azzorre, Francia, Tunisia e Turchia.

Spot Progetto INDICIT - Leggi il resto

Scoperta di un sito idrotermale nel fondale marino intorno all’Isola di Panarea

In seguito ad una serie di campagne oceanografiche condotte dall'ISPRA in collaborazione con l'ISMAR-CNR e altri enti sul fondale marino tra l’isola vulcanica di Panarea e l’isolotto di Basiluzzo, è stato scoperto un importante sito idrotermale sottomarino costituito da più di 200 camini vulcanici, denominato “Smoking Land”. L'area interessata è stata ripresa con il ROV (remotely operated vehicle) dai ricercatori dell'ISPRA. Comunicato stampa

Scoperta di un sito idrotermale nel fondale marino intorno all’Isola di Panarea - Leggi il resto

Parchi minerari, un turismo insolito e divertente

Perché visitare una miniera? La risposta nello primo spot della Remi (Rete Nazionale dei Parchi e Musei Minerari Italiani), realizzato da ISPRA TV per promuovere il Turismo minerario in Italia. Nello scorso anno (a dicembre 2017), oltre 200 mila persone hanno visitato almeno uno dei 41 siti o parchi minerari che fanno parte della rete nazionale, con una media di circa 4 mila visitatori a miniera e 500 turisti al giorno.

Parchi minerari, un turismo insolito e divertente - Leggi il resto

Un italiano tra i vincitori di I live Green

C’è anche l’italiano Stefano Scagliarini tra i vincitori del concorso video I live Green ideato da Ispra e lanciato in collaborazione con l’Agenzia Europea per l’Ambiente e tutte le agenzie ambientali del network. L’iniziativa di citizen participation ha coinvolto tutti i cittadini europei ai quali è stato chiesto di realizzare un video su un’azione concreta a sostegno dell’ambiente. Il concorso ha raccolto 120 partecipazioni provenienti da 21 paesi europei. Oltre all’Italia si sono affermate come vincitrici la Bulgaria, la Grecia e la Spagna.

Un italiano tra i vincitori di I live Green - Leggi il resto

Progetto Life SEPOSSO - Il trapianto di Posidonia nella rada di Augusta

Continuano le attività di divulgazione e disseminazione nei siti di studio per il progetto Life SEPOSSO, l'11 e il 12 luglio i tecnici e ricercatori dell'ISPRA hanno organizzato a Priolo Gargallo e a Brucoli incontri informali con i cittadini per divulgare le informazioni essenziali sull’importanza dell’habitat a Posidonia oceanica, sui servizi ecosistemici e i benefici prodotti dall’habitat sull’ecosistema marino-costiero. Il 12 luglio ad Augusta è stata organizzata una tavola rotonda con l’obiettivo di affrontare i principali aspetti che riguardano la gestione dei trapianti di Posidonia oceanica, con un focus specifico sui trapianti effettuati come misura di recupero ambientale nell’ambito di aree come la rada di Augusta.

Progetto Life SEPOSSO - Il trapianto di Posidonia nella rada di Augusta - Leggi il resto

Progetto Life SEPOSSO - Il trapianto di Posidonia di S. Marinella e Civitavecchia

Il progetto LIFE “SEPOSSO” (Supporting Environmental governance for the POSidonia oceanica Sustainable transplanting Operations), di cui Ispra è capofila, affronta la complessa questione del trapianto della Posidonia oceanica al fine di compensare i danni causati dalla costruzione di opere o infrastrutture costiere. “SEPOSSO” intende anche sensibilizzare la cittadinanza sul rispetto e l’importanza delle praterie di Posidonia oceanica, habitat marino prioritario. Si parte dal caso studio di Civitavecchia-Santa Marinella, dove è stato effettuato il primo e più esteso trapianto di Posidonia del Mediterraneo.

Progetto Life SEPOSSO - Il trapianto di Posidonia di S. Marinella e Civitavecchia - Leggi il resto

Il trapianto di Posidonia di Ischia - Life SEPOSSO

La terza tappa del progetto LIFE SEPOSSO è stata l’isola di Ischia (NA). Dal 17 al 21 settembre numerose immersioni hanno permesso di verificare le condizioni del trapianto di Posidonia oceanica, realizzato a Ischia Porto in località “Punta San Pietro” tra il 2008 e il 2009, come misura di compensazione dell’impatto derivato dallo scavo della trincea realizzata per l’approdo del gasdotto Bacoli-Ischia, dove sono originariamente state installate 50 mila talee di Posidonia su cornici in cemento su una superficie di mare di circa 1600 mq.

Il trapianto di Posidonia di Ischia - Life SEPOSSO - Leggi il resto

Progetto Life Sic2Sic - tour in Friuli Venezia Giulia

E' stato il Friuli Venezia Giulia la prima regione attraversata dai ciclisti del progetto SIC2SIC (29 Maggio - 8 Giugno 2018) che per 20 settimane tra il 2018 e 2019 attraverserà l'Italia percorrendo seimila chilometri. Un viaggio in bicicletta che si pone l'obiettivo di sensibilizzare i cittadini, le scuole, le imprese e le istituzioni sul significato e sull'importanza della Rete Natura 2000 e prevede percorsi che, nell'arco di due anni, metteranno in connessione 170 Siti italiani della Rete Natura 2000 per complessivi 6.000 km, distribuiti in 20 tragitti settimanali su 7 regioni (Lazio, Umbria, Friuli-Venezia Giulia,Piemonte, Puglia, Sicilia e Sardegna) rappresentative dei diversi habitat naturali del paese. Lungo il viaggio la popolazione locale sarà informata e sensibilizzata sul valore dell'ambiente e dello sviluppo sostenibile.

Progetto Life Sic2Sic - tour in Friuli Venezia Giulia - Leggi il resto

Video di lancio del progetto Life Lagoon Refresh

Il progetto Life Lagoon Refresh - Coastal lagoon habitat (1150*) and species recovery by restoring the salt gradient increasing fresh water input - prevede l’immissione di acqua dolce dal Fiume Sile alla Laguna di Venezia, per ripristinare il gradiente salino, ricreare l'habitat a canneto, migliorare l’ambiente lagunare e la sua biodiversità. Il progetto (LIFE16 NAT/IT/000663) gode del contributo finanziario LIFE (2014-2020) e si colloca nell'ambito della Rete Natura 2000. Esso coinvolge come Leader Partner ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale) e, in qualità di partner associati, la Direzione Ambiente della Regione Veneto, l’Università di Venezia – Dipartimento di Scienze Ambientali, Informatica e Statistica, il Provveditorato Interregionale alle OO.PP. per il Veneto – Trentino Alto Adige – Friuli Venezia Giulia ed IPROS Ingegneria Ambientale Srl. Il progetto ha una durata di cinque anni ed è iniziato nel Settembre 2017.

Video di lancio del progetto Life Lagoon Refresh - Leggi il resto

Documentario "Marine litter impact on sea turtles"

Il documentario "Marine litter impact on sea turtles" è stato realizzato nell'ambito del progetto europeo INDICIT (Implementation Of Indicators Of Marine Litter On Sea Turtles And Biota In Regional Sea Conventions And Marine Strategy Framework Directive Areas). Il progetto ha l’obiettivo di mettere a punto una metodologia per rendere operativo l’indicatore sulla quantità dei rifiuti marini ingeriti dalla tartaruga marina Caretta caretta e da altri animali marini. Partner del progetto sono: Francia, Grecia, Italia, Portogallo, Spagna, Tunisia e Turchia.

Documentario "Marine litter impact on sea turtles" - Leggi il resto

Il trapianto di Posidonia di Piombino - LIFE SEPOSSO

La quarta tappa del progetto LIFE SEPOSSO (www.lifeseposso.eu), è stata a Piombino (LI). Dal 9 al 12 ottobre, sono state effettuate le immersioni per verificare le condizioni del trapianto di Posidonia oceanica, realizzato nel Golfo di Follonica nel 2014. Il trapianto fu realizzato come misura di compensazione del dragaggio del canale di accesso al porto di Piombino, espiantando 340 zolle di prateria, di circa 4 mq, dall’area di dragaggio e trasferendole in aree idonee nel golfo. Il monitoraggio ha permesso di osservare preliminarmente una elevata variabilità della conservazione delle zolle, alcune in buono stato, altre totalmente erose dall’azione idrodinamica, mentre altre in uno stato intermedio di difficile classificazione. I dati raccolti permetteranno di valutare meglio il reale esito del trapianto. La tecnica di trasferimento delle zolle, le mareggiate e l’elevata torbidità tipica dell’area sono risultate le maggiori cause dei danni rilevati sulle zolle trasferite.

Il trapianto di Posidonia di Piombino - LIFE SEPOSSO - Leggi il resto