Precisazioni in merito alla stima ISPRA del risarcimento per il danno ambientale causato dal naufragio della Costa Concordia

Azioni sul documento
Con riferimento ad alcuni articoli pubblicati oggi, si precisa che l’ISPRA ha effettuato la valutazione del danno ambientale a marzo 2013, sulla base dei pochi elementi certi che era stato possibile appurare fino a quel momento. Nel frattempo, l’Istituto sta raccogliendo tutti i dati che derivano dall’attività di monitoraggio che viene svolta in continuo sull’area.