Organizzazioni ambientali

Azioni sul documento
Organizzazioni ambientali

L'approccio alla problematica ambientale si è andato modificando nella seconda metà del secolo scorso, in concomitanza con la presa di coscienza dei limiti dello sviluppo economico per l'esauribilità delle risorse naturali e per la forte crescita demografica: la questione è che il "bene ambiente" non rientra nei normali parametri della logica di mercato, che ora si diffonde in tutti i campi.
In conseguenza a questi cambiamenti, si è delineato l'impegno attivo nel campo ambientale di nuovi attori, come quelle istituzioni pubbliche e private che non si occupano in specifico di ambiente, ma principalmente di politiche economiche, di produzione e di commercio, e che hanno iniziato a prendere in considerazione la sostenibilità degli effetti delle loro scelte, con particolare attenzione alle questioni energetiche e tecnologiche.
Questa rubrica si propone di effettuare una sintetica descrizione delle principali organizzazioni, governative e non governative (ONG), operanti a livello nazionale e mondiale in diversi ambiti (legislativo, economico, politico, sociale, della ricerca, ecc.) ed accomunate dall'obiettivo della tutela dell'Ambiente o dal fatto che le proprie attività incidano in modo rilevante sull'Ambiente.
Ci si basa dunque sull'immediatezza e l'essenzialità di informazioni che il navigatore dovrebbe altrimenti cercare in diversi siti. La trattazione riguarda sia le organizzazioni nazionali  (L'Ambiente in Italia), sia quelle estere ed internazionali (L'Ambiente nel Mondo). Per avere una visione coerente dell'azione di protezione ambientale, infatti, é necessario considerare congiuntamente i principali attori dell'ambiente e l'inscindibile interdipendenza delle loro attività, sia rispetto all'ambito geografico nazionale o internazionale, che allo specifico campo d'azione.

Link utili

Lista di istituzioni ambientali nel sito dell'Agenzia Europea dell'Ambiente