Collezioni Cartografiche

Azioni sul documento

Il patrimonio cartografico  è costituito da oltre 50.000 carte geologiche, geotematiche e topografiche conservate nella Cartoteca della Biblioteca. La collezione cartografica deriva da quella della storica Biblioteca del Servizio Geologico d’Italia, dalla quale ha ereditato il ricco patrimonio. La collezione ha origine negli anni immediatamente successivi all’unità d’Italia, con l'istituzione del Comitato Geologico e della Biblioteca nel 1868. In realtà, di costituzione organica della raccolta non si può parlare  prima del 1883, quando l’Ufficio Geologico, a cui la Biblioteca era stata nel frattempo assegnata, ebbe finalmente una sede stabile a Roma. Da quel momento la Biblioteca è stata al centro di una fitta rete di scambi di pubblicazioni con le più importanti istituzioni nazionali di ricerca e con gli analoghi istituti di altri paesi. La copertura geografica delle carte si estende a circa centosettanta paesi del mondo e rappresenta, anche per l'arco temporale di oltre centocinquanta anni, un inestimabile valore storico e culturale. Nella ponderosa raccolta oltre un migliaio sono di particolare valore in quanto prime edizioni oppure originali cartografici;  molte sono le bozze d’autore acquerellate a mano con note a margine e documenti d’archivio che ne completano il profondo significato storico e culturale.  La produzione cartografica italiana manoscritta di fine ‘800 realizzata da illustri personaggi che avevano lavorato o collaborato con il Servizio Geologico d’Italia come Giuseppe Ponzi, Domenico Zaccagna, Igino Cocchi, Torquato Taramelli, Bernardino Lotti, Luigi Baldacci, Vittorio Novarese ecc..  rappresenta l’emblema di una scienza che, su solide basi culturali, stava nascendo in quel periodo in Italia.  La Cartoteca dove sono collocate le carte storiche è divisa per ambito geografico. Le carte italiane sono collocate per Regione di appartenenza; le carte straniere per Nazione. Quasi la totalità di queste  carte sono state restaurate, analizzate storicamente, catalogate con Standard ISBD-CM, indicizzate attraverso il Thesaurus ThIST di Scienze della Terra, digitalizzate (a 300 dpi) e molte sono già visualizzabili e scaricabili in alta definizione  dal catalogo on-line della Biblioteca : http://opac.isprambiente.it