Anomalia presso l’Impianto EUREX di Saluggia - comunicato nr. 1

Azioni sul documento

Nella giornata del 3 luglio 2017 è stata rilevata un’anomalia presso l’impianto nucleare EUREX di Saluggia (VC) verificatasi nel corso dei lavori sui sottoservizi della vasca, sita all’interno della recinzione dell’impianto, per la raccolta degli effluenti liquidi prima del loro allontanamento verso l’ambiente esterno (Dora Baltea).

La SO.G.I.N. S.p.A., esercente dell’impianto, nella giornata del 4 luglio 2017, ha preso contatto con il Centro Nazionale per la Sicurezza Nazionale e la Radioprotezione dell’ISPRA comunicando che è stata accertata la presenza di liquido sul fondo di un pozzetto di manovra asservito alla vasca sopra citata, nel corso dei lavori per lo spostamento dei sottoservizi; tali interventi prevedono, oltre alla sostituzione delle tubazioni e dei componenti presenti all’interno della vasca di raccolta stessa, anche la posa in opera di un nuovo pozzetto di manovra in sostituzione di quello attualmente utilizzato.

Il liquido è stato prontamente rimosso ed analizzato e la tubazione è stata riparata ripristinando così la funzionalità impiantistica. Sono in corso ulteriori indagini mirate alla verifica di eventuali fuoriuscite di liquido dal fondo del pozzetto, tramite campionamento del terreno  e di acqua dal piezometro più vicino. Le prime misure hanno confermato che i livelli di contaminazione del liquido sono compatibili con la formula di scarico, verso l’ambiente esterno, prevista dal corpo prescrittivo dell’impianto.

Il Centro Nazionale per la Sicurezza Nucleare e la Radioprotezione dell’ISPRA ha disposto un accesso ispettivo presso l’Impianto EUREX, attualmente in corso, al fine acquisire ulteriori informazioni in merito all’evento. Per l’occasione si è preso contatto con ARPA Piemonte al fine di effettuare campionamenti su matrici ambientali.