Corso di formazione ambientale "Valutazione dell’entità e delle conseguenze di inquinamenti accidentali sulla costa: metodi e strumenti"

Azioni sul documento
Corso di formazione ambientale "Valutazione dell’entità e delle conseguenze di inquinamenti accidentali sulla costa: metodi e strumenti"

Nei giorni 28, 29 e 30 novembre 2018, si svolge il corso di formazione ambientale sul tema: “La valutazione dell’entità e delle conseguenze di inquinamenti accidentali sulla costa: metodi e strumenti” realizzato dall’Area emergenze ambientali in mare del Centro nazionale per crisi e le emergenze ambientali e il danno, in collaborazione con l’Area educazione e formazione ambientale del Centro nazionale per l'educazione, la formazione e le reti bibliotecarie e museali per l’ambiente dell’ISPRA. Questo corso è una delle attività che l’ISPRA realizza nel 2018 in convenzione con la Direzione Generale protezione della natura e del mare del Ministero dell’ambiente e contempla formazione in aula presso la sede ISPRA di Roma e la Sala Operativa del Comando Generale delle Capitanerie di Porto e una simulazione sul litorale laziale.

Il percorso formativo è rivolto, in particolar modo, al personale tecnico-scientifico delle Agenzie regionali rivierasche con competenze in ambito marino-costiero. Le docenze sono svolte dal personale del Ministero dell’ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, della Guardia Costiera e da tecnici e ricercatori ISPRA.

Il corso s’inserisce nel contesto delle attività di ISPRA volte a rafforzare sul territorio nazionale la preparazione e le capacità di risposta a eventi d’inquinamento accidentale e affronta, in maniera specifica, il tema degli interventi da attuare in caso di arrivo sul litorale di residui dello sversamento accidentale d’idrocarburi in mare. In particolare, si delineranno il contesto normativo, le diverse tipologie di prodotti petroliferi e di vulnerabilità dei morfotipi costieri, la metodologia d’ispezione della costa e gli strumenti per questo utilizzati. L’esercitazione sul campo e il successivo de-briefing permetteranno ai partecipanti di verificare quanto appreso in aula.

Il percorso formativo vuole fornire ai partecipanti gli strumenti e le conoscenze necessarie per descrivere e rappresentare alle Autorità chiamate a gestire l’emergenza ambientale, in modo rapido, accurato e sistematico, lo stato di un litorale colpito da una “marea nera”, contribuendo così alle finalità di minimizzazione e ristoro dei danni ambientali e ripristino della funzionalità degli ecosistemi marini colpiti.

archiviato sotto: