E' in corso la vigilanza ISPRA sulle operazioni per l'abbattimento del camino della centrale del Garigliano

Azioni sul documento
E' in corso la vigilanza ISPRA sulle operazioni per l'abbattimento del camino della centrale del Garigliano

Presso la centrale nucleare del Garigliano, gestita dalla SO.G.I.N., sono in corso, nell’ambito del generale processo di smantellamento (dismissione) della centrale, le operazioni propedeutiche all’abbattimento dell’esistente e non più necessario camino di scarico degli effluenti aeriformi. Tali operazioni riguardano, in particolare, la scarifica della superficie interna del camino al fine di rimuovere, prima dell’abbattimento, la contaminazione radioattiva fissata su tale superficie. Le operazioni sono svolte in ambiente confinato ed in depressione, con raccolta e filtraggio delle polveri generate.
L’ISPRA, nell’ambito delle proprie funzioni di controllo, vigila sull’esecuzione di dette attività.
Al fine di garantire che tutte le attività di smantellamento avvengano nel rispetto del criterio di non rilevanza radiologica (dose efficace ad un individuo della popolazione inferiore a 10 µSv per anno) la SO.G.I.N. attua un programma di sorveglianza ambientale della radioattività, ai sensi dell’articolo 154 del D.L.vo n. 230/1995.
L’ISPRA ha verificato che, in aggiunta a detto programma, la SO.G.I.N. effettua controlli radiometrici specifici nelle aree di cantiere asservite alle operazioni di scarifica; i risultati di tali controlli, acquisiti nel corso di attività di vigilanza effettuata da Ispettori di questo Istituto, non hanno mostrato valori superiori alla minima attività rilevabile. Tali valori sono stati confermati dai dati delle misure di contaminazione dell’aria effettuata dalle stazioni di monitoraggio ambientale poste esternamente al perimetro della centrale.
Nell’ambito delle proprie funzioni di controllo, l’ISPRA ha inoltre installato una propria stazione per il monitoraggio radiologico dell’aria. I risultati di dette misure indipendenti confermano l’assenza di contaminazione radioattiva nell’aria.
Dalle verifiche effettuate risulta altresì che l’esposizione dei lavoratori rientra con ampi margini  entro i limiti stabiliti dalla normativa vigente.
L’ISPRA prosegue le proprie attività di vigilanza al fine di verificare che le operazioni procedano nel rispetto dei requisiti di sicurezza nucleare e radioprotezione.