Monitoraggio geodetico ISPRA nell’area dell’evento sismico etneo del 26 dicembre

Azioni sul documento
Monitoraggio geodetico ISPRA nell’area dell’evento sismico etneo del 26 dicembre

ISPRA attraverso la rete geodetica installata nel basso fianco sud-orientale dell’Etna (Rete SiorNet) ha in corso il  monitoraggio delle deformazioni superficiali collegate all’intenso sciame sismico che ha interessato quest’area dal giorno 24 dicembre, di cui il principale evento è avvenuto alle ore 3:19 del 26 dicembre (Ml 4.8) verosimilmente legato all’attivazione della faglia Fiandaca.

La rete GNSS, recentemente ripristinata dal gruppo di geodesia del Dipartimento per il Servizio Geologico d’Italia, controlla le deformazioni di questo settore da più di dieci anni con cinque stazioni di misura in continuo e 10 stazioni discrete distribuite all’interno dell’area dell’acese.

L'analisi preliminare dei primissimi dati delle stazioni di monitoraggio della rete SiorNet  fornisce un primo riscontro dei movimenti in atto nella zona epicentrale del sisma occorso nella notte tra il 25 e il 26 dicembre.

Rete GPS permanente SiOrNet - Sicilia Orientale

archiviato sotto: