Verifica della Commissione Europea presso l’Impianto ITREC (MT) a norma dell’art. 35 del Trattato EURATOM

Azioni sul documento

Nei giorni 15 e 16 dicembre 2015 si è svolta presso l’impianto ITREC (MT), esercito dalla SOGIN, ai sensi dell’articolo 35 del Trattato EURATOM, una verifica da parte di funzionari della Commissione Europea sulle attività di monitoraggio degli scarichi radioattivi e della radioattività ambientale nelle vicinanze dell’installazione. L’ISPRA, in qualità di autorità di regolamentazione competente per la sicurezza nucleare e la radioprotezione, ha coordinato le attività nazionali ed operato quale punto di contatto con la Commissione. Alla verifica ha partecipato personale dell’Istituto, della SOGIN, quale esercente dell’impianto cui compete la responsabilità primaria dell’attività di monitoraggio, e personale dell’ARPA Basilicata che svolge attività di monitoraggio indipendente, anche in attuazione di una convenzione con l’Istituto.

La verifica ha in primo luogo  riguardato le attività, le apparecchiature ed i laboratori dell’ impianto nonché il programma di sorveglianza ambientale posto in atto dalla SOGIN stessa ai sensi della normativa vigente. I funzionari della Commissione hanno altresì svolto delle verifiche presso i laboratori Centro Regionale Radioattività (C.R.R.) dell’ARPA Basilicata, sede di Matera, che effettuano le misure radiometriche associate alle attività di monitoraggio dell’Agenzia.

Come prassi, è previsto che da parte della Commissione Europea venga redatto un rapporto specifico e dettagliato sull’attività di verifica svolta, che sarà reso pubblico.  In attesa del succitato rapporto la Commissione ha comunque comunicato nei giorni scorsi le seguenti risultanze preliminari:

"A team of inspectors from the Directorate-General Energy carried out a verification of the monitoring of the environment and radioactive discharges of the ITREC plant on 15-16 December 2015 according to the Article 35 of the Euratom Treaty. The verification included also the SOGIN and ARPA Basilicata laboratories, which are in charge of analysis of environmental and discharge samples.

The preliminary analysis of the verification results indicates good compliance with the requirements of the Treaty. There is no need for the Commission to make recommendations on the monitoring of environmental radioactivity in the vicinity of the ITREC plant or on the monitoring of radioactive discharges."