logo
 
 

Newsletter ISPRA n. 135 - Anno 2018

Luglio 2018
 

Eventi

Presentazione del Rapporto sul dissesto idrogeologico in Italia

Presentato il 24 luglio, alla Camera dei Deputati, l'edizione 2018 del Rapporto sul Dissesto idrogeologico in Italia realizzato dall'ISPRA. Nel 2017 è a rischio il 91% dei comuni italiani (88% nel 2015) ed oltre 3 milioni di nuclei familiari risiedono in queste aree ad alta vulnerabilità. Aumenta la superficie potenzialmente soggetta a frane (+2,9% rispetto al 2015) e quella potenzialmente allagabile nello scenario medio (+4%). Complessivamente, il 16,6% del territorio nazionale è mappato nelle classi a maggiore pericolosità per frane e alluvioni (50 mila km2). Quasi il 4% degli edifici italiani (oltre 550 mila) si trova in aree a pericolosità da frana elevata e molto elevata e più del 9% (oltre 1 milione) in zone alluvionabili nello scenario medio.
Leggi il resto

Notizie

Costruire il bilancio idrologico nazionale: un nuovo modello di conoscenza ambientale a servizio dei cittadini

Roma, 31 luglio
Il workshop è organizzato, nell’ambito del Progetto CReIAMO PA - "Competenze e Reti per l’Integrazione Ambientale e per il Miglioramento delle Organizzazioni della PA”, dalla Direzione Generale per la Salvaguardia del Territorio e delle Acque (DG-STA) del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM) e dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale.
Leggi il resto

Classificazione dei rifiuti e HP14: cosa cambia dopo il 5 luglio 2018?

Roma, 31 luglio
La classificazione rappresenta un elemento chiave per la corretta gestione dei rifiuti in virtù delle implicazioni pratiche che ne derivano quanto all’applicazione delle disposizioni normative in materia (registri C/S, formulari, flussi di gestione). È quindi importante che le Istituzioni diano agli operatori del settore indicazioni chiare e univoche, garantendo criteri applicativi omogenei, tecnicamente fattibili ed economicamente sostenibili.
Leggi il resto

Protocollo d’intesa triennale tra ISPRA e ARPA Sicilia

Il polo siciliano dell’ISPRA sempre più al centro dell’azione nazionale di protezione ambientale nel Mediterraneo centrale. E’ stato firmato infatti il 24 luglio scorso un protocollo d’intesa triennale tra ISPRA e ARPA Sicilia volto ad instaurare una collaborazione reciproca tra le due Istituzioni, con l’obiettivo di snellire procedure e condividere risorse umane, strumentali e finanziarie.
Leggi il resto

Campagna di ricerca ISPRA “Seamounts” 2018

Una nuova campagna di ricerca ISPRA condotta nei mari di Sicilia ha permesso di scoprire nuovi importantissimi elementi dell’immenso patrimonio naturalistico che si nasconde nelle profondità dei mari italiani. Le attività di studio, condotte grazie a un finanziamento della Direzione Protezione della Natura e del Mare del Ministero dell’Ambiente, per finalità di conservazione degli habitat e delle specie marine, hanno consentito ai ricercatori ISPRA di indagare i monti sottomarini siti oltre le 12 miglia a largo delle Isole Egadi, con l’impiego della nave oceanografica “Astrea”.
Leggi il resto

Pubblicazioni

Consumo di suolo, dinamiche territoriali e servizi ecosistemici. Edizione 2018

L’edizione 2018 del Rapporto sul consumo di suolo in Italia, la quinta dedicata a questo tema, fornisce il quadro aggiornato dei processi di trasformazione del nostro territorio, grazie alla cartografia aggiornata del Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente (SNPA), che vede ISPRA insieme alle Agenzie per la protezione dell’ambiente delle Regioni e delle Province Autonome, in un lavoro congiunto di monitoraggio svolto anche utilizzando le migliori informazioni che le nuove tecnologie sono in grado di offrire.
Leggi il resto

FITOFARMACI: Linea guida per la progettazione del monitoraggio di acque, sedimenti e biota

Nelle Linee Guida è proposta una metodologia che, a partire da pochi e semplici criteri di selezione, permette l’individuazione di un set di sostanze significative ai fini di adeguata valutazione dell’impatto determinato sull’ambiente idrico dai fitofarmaci “tipici” di un dato territorio. Lo schema logico adottato è di semplice applicazione e tiene conto dei dati di vendita dei fitofarmaci, dei risultati dei monitoraggi pregressi, degli indici di comportamento e di pericolo ambientale.
Leggi il resto

Video

Progetto Life SEPOSSO - Il trapianto di Posidonia di S. Marinella e Civitavecchia

Il progetto LIFE “SEPOSSO” affronta la complessa questione del trapianto della Posidonia oceanica al fine di compensare i danni causati dalla costruzione di opere o infrastrutture costiere. Dal 28 al 30 giugno i comuni di Civitavecchia e Santa Marinella hanno ospitato una serie di iniziative per far conoscere la situazione attuale delle praterie di posidonia e creare momenti di confronto tra istituzioni, cittadini e imprese.
Leggi il resto

Progetti

ML-REPAIR

ML-REPAIR mira a rafforzare, in Italia e Croazia, una governance condivisa sulla gestione dei rifiuti marini. Capitalizzando i risultati del progetto IPA Adriatic DeFishGear, di cui ISPRA era partner, ML-REPAIR contribuisce ad una crescita sostenibile del turismo e della pesca nel Mare Adriatico, promuovendo cambiamenti comportamentali attraverso attività di sensibilizzazione e approcci innovativi.
Leggi il resto

L'occhiello a cura dell'Ufficio Stampa

Specie aliene invasive di rilevanza unionale, prorogato il termine per la denuncia di possesso di animali da compagnia

Con il decreto Milleproroghe appena approvato, si estendono di un anno i termini per la denuncia del possesso di animali da compagnia inseriti nell’elenco di specie esotiche invasive di rilevanza unionale. I proprietari di testuggine palustre americana Trachemys scripta e di alcune specie di scoiattoli hanno quindi tempo fino al 31 agosto 2019 per darne comunicazione al Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare.
Leggi il resto

 

Seguiteci anche su:

TwitterFacebookInstagram

Questionario sulla soddisfazione dell'utenza