logo
 
 

Newsletter ISPRA n. 142 - Anno 2018

Novembre 2018
 

Eventi

Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne

Roma, 21 novembre
Il Comitato Unico di Garanzia ISPRA celebra la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne proclamata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, con una mattinata di riflessione sul tema.
Leggi il resto

Seminario “Gestione delle emissioni odorigene”

Roma, 23 novembre
Il seminario è promosso ed organizzato da LOD (Laboratorio di Olfattometria Dinamica) azienda del Gruppo Luci e Spin-Off dell’Università di Udine. Nato nel 2003, LOD è un laboratorio specializzato nella misurazione degli odori originati da processi di qualsiasi tipo e natura. E’ inoltre l’unico laboratorio in Italia ad essere dotato sia di camera olfatto-metrica secondo la Norma UNI EN 13725:200, sia di camera rino-analitica secondo la Norma UNI 7133-3:2012. L’evento intende promuovere un momento di confronto con gli operatori del SNPA ed altri soggetti interessati su possibili soluzioni a servizio dello sviluppo di politiche ambientali dedicate.
Leggi il resto

VIII edizione Giornate di Studio “Ricerca e applicazione di metodologie ecotossicologiche”

Livorno, 26-28 novembre
Come di consueto, ogni 2 anni a partire dal 2006, ISPRA promuove le Giornate di Studio “Ricerca e applicazione di metodologie ecotossicologiche” con la collaborazione ed il supporto di altre istituzioni pubbliche e private. Queste giornate rappresentano un momento di incontro della comunità scientifica italiana, degli enti di controllo, dei privati e di tutti quei soggetti interessati alle tematiche ecotossicologiche ed alle loro applicazioni.
Leggi il resto

Il monitoraggio per la valutazione dei potenziali effetti dei dragaggi sull’ecosistema marino costiero. Criteri, strumenti e tecnologie a supporto

Livorno, 28-29 novembre
L’evento è organizzato da ISPRA nell'ambito delle attività del Progetto SEDRIPORT, finanziato dal programma INTERREG Italia-Francia Marittimo 2014-2020. Il workshop è incentrato sugli strumenti tecnico operativi necessari per la predisposizione e realizzazione delle attività di monitoraggio per la movimentazione dei sedimenti portuali.
Leggi il resto


Verso un piano nazionale di monitoraggio del lupo

Roma, 3-4- dicembre
La popolazione italiana di lupi si è progressivamente espansa, arrivando a colonizzare tutta la penisola, compresa l’estrema propaggine della Puglia e l’intero arco alpino.
L’incremento numerico e distributivo di questo predatore impone un costante sforzo di aggiornamento delle conoscenze sulla specie, anche al fine di fornire ai decisori dati scientifici credibili e autorevoli sui quali basare le scelte di conservazione e gestione. Per questo obiettivo ISPRA è stato incaricato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare di elaborare e applicare un piano nazionale di monitoraggio, che permetta di raccogliere dati standardizzati per tutto il territorio interessato dalla presenza del lupo su distribuzione e abbondanza della specie, distribuzione e prevalenza dell’ibridazione con il cane domestico, diffusione dei danni agli animali domestici, applicazione ed efficacia dei metodi di prevenzione degli impatti.
Leggi il resto

Produzione, uso, accreditamento, esigenze di materiali di riferimento: questioni e soluzioni a confronto

Roma, 11 dicembre
I produttori di materiali di riferimento stanno attraversando una fase di transizione a valle della pubblicazione della nuova norma UNI CEI EN ISO/IEC 17034:2017 nonché della revisione della ISO Guide 35:2017. Vi sono riflessi tanto dal punto di vista concettuale che organizzativo e si aprono anche nuove opportunità. Al contempo per i laboratori si conferma la necessità di nuovi materiali di riferimento (RM/CRM) da utilizzare per le proprie attività di assicurazione e controllo qualità, per la convalida di metodi di misura, per garantire la riferibilità delle proprie misure.
Leggi il resto

Notizie


Rischio sismico in Italia: analisi e prospettive per una prevenzione efficace in un Paese fragile

Roma, 26-27 novembre
Presso la sala convegni del CNR si incontrano i massimi esperti italiani per affrontare in chiave interdisciplinare e multisettoraile il tema del rischio simico in Italia. Le due giornate dei lavori, con ben 37 relazioni e una tavola rotonda con i rappresentanti del Dipartimento della Protezione Civile, dell’INGV, dell’ISPRA, ENEA, dell’Accademia, degli Ordini professionali e il Commissario straordinario ricostruzione sisma 2016, saranno aperti dal Sottosegretario al Ministero dell’Ambiente Salvatore Micillo.
Leggi il resto


Forum Rifiuti Veneto

Treviso, 26-28 novembre
Il 26 e 28 novembre si terrà l'evento organizzato da Legambiente che coinvolge le migliori esperienze del settore per sviluppare proposte concrete utili alla crescita dell’economia circolare in Veneto. A partire dai dati ARPAV sui rifiuti, il rapporto Comuni Ricicloni presenta la fotografia aggiornata della situazione nella regione.
Leggi il resto

Consumo di suolo, servizi ecosistemici e green infrastructures. Caratteri territoriali, approcci disciplinari e progetti innovativi

Milano, 27 novembre
Il 27 novembre 2018, presso il Politecnico di Milano si terrà la presentazione del Rapporto CRCS 2018 “Consumo di suolo, servizi ecosistemici e green infrastructures. Caratteri territoriali, approcci disciplinari e progetti innovativi” curato dal Dipartimento di Architettura e Studi Urbani (DAStU) del Politecnico di Milano, Istituto Nazionale di Urbanistica (INU) e Legambiente ONLUS.
Leggi il resto

La tutela delle acque da prodotti fitosanitari: azioni, sperimentazioni e innovazione

Trento, 29 novembre
Il seminario e l'occasione per stimolare un confronto tra tecnici ed esperti sul tema della qualità dell’acqua rispetto alla pressione dei prodotti fitosanitari. I temi trattati consentiranno di discutere in maniera ampia su metodologie, approcci, sistemi di monitoraggio e pratiche agricole che consentono di ridurre l’impatto delle sostanze chimiche utilizzate in agricoltura.
Leggi il resto

Le foreste urbane nella Strategia Nazionale del Verde Urbano

Mantova, 29 novembre
Nell’ambito del Forum Mondiale sulle Foreste Urbane, il Comitato per lo sviluppo del verde pubblico – al quale ISPRA fornisce supporto – organizza il side event "Le foreste urbane nella Strategia Nazionale del Verde Urbano", nel corso del quale si  discuterà del ruolo delle foreste urbane quali fornitrici di beni e servizi ecosistemici essenziali per il benessere dei cittadini e per la mitigazione dei cambiamenti climatici.
Leggi il resto

L'occhiello - a cura dell'Ufficio Stampa

Inceneritori e termovalorizzatori: i dati ISPRA sui rifiuti

Con la firma dell’intesa a Caserta per la Terra dei fuochi, il tema dei rifiuti è tornato in questi giorni di grande attualità. I dati sulla produzione, raccolta e gestione a livello nazionale sono stati citati da tutti i quotidiani italiani e siti web. Il Direttore Generale Alessandro Bratti e la responsabile del Centro nazionale Rifiuti dell’ISPRA Rosanna Laraia hanno partecipato a diverse trasmissione radiofoniche e tv. 
Leggi il resto

Pubblicazioni

Progettazione del monitoraggio di vapori nei siti contaminati

Delibera del Consiglio SNPA. Seduta del 03.10.2018. Doc. n. 41/18
Il documento include indicazioni tecniche condivise a livello nazionale per il campionamento degli aeriformi nell’ambito dei procedimenti di bonifica. Prende in considerazione esclusivamente le procedure di campionamento finalizzate alla valutazione dell’entità della frazione volatile della contaminazione e della emissione di vapori dal suolo e/o dalle acque sotterranee (misure di soil gas, misure di flusso).

Metodiche analitiche per le misure di aeriformi nei siti contaminati

Delibera del Consiglio SNPA. Seduta del 03.10.2018. Doc. n. 41/18
Il documento illustra le metodiche analitiche da utilizzarsi per le misure degli aeriformi nei siti contaminati sui diversi supporti di campionamento disponibili per il campionamento dei vapori da suolo (fiale a desorbimento con solvente, fiale a desorbimento termico, canister).

Procedura operativa per la valutazione e l’utilizzo dei dati derivanti da misure di gas interstiziali nell’analisi di rischio dei siti contaminati

Delibera del Consiglio SNPA. Seduta del 03.10.18 Doc.n. 41/18
Il documento, alla cui stesura hanno partecipato anche ISS e INAIL per gli aspetti di competenza, illustra i seguenti elementi: approccio graduale per la valutazione dei dati di soil gas nell’AdR; criteri alla base della definizione dei valori di riferimento (valori soglia) nei gas del suolo; criteri per la valutazione del rischio a partire dai dati di concentrazione nei gas; criteri di valutazione delle indagini sui gas interstiziali.
Leggi il resto

Progetti


SeaForest

Il progetto Life riguarda l'habitat 1120* sulle praterie di Posidonia oceanica, che si sta rilevando essere significativo per quanto concerne i depositi di carbonio, sia in termini di intensità del sequestro del carbonio, sia per la capacità dei suoi depositi, il cui accumulo prosegue da migliaia di anni. Nonostante l'importanza di questo servizio ecosistemico, anche dal punto di vista della biodiversità che esso ospita, questo habitat sta scomparendo ad un tasso che è quattro volte più alto di quello delle foreste terrestri. LIFE SEA FOREST si pone quindi come obiettivo l’incremento della capacità dei serbatoi di carbonio delle praterie di Posidonia, attraverso azioni di riduzione dell’erosione e successivo consolidamento dell’habitat 1120
Leggi il resto

LANDSUPPORT

Obiettivo del progetto LANDSUPPORT è la predisposizione di un sistema di supporto alle decisioni (S-DSS smart decision support system), aperto e liberamente accessibile tramite piattaforma web, in grado di integrare dati territoriali e ambientali e modelli di analisi e valutazione. Il progetto renderà disponibili strumenti informativi utili a una gestione sostenibile del suolo e del territorio per diversi ambiti - agricolo, forestale, urbano - e a supporto del reporting e della pianificazione urbanistica e territoriale.
Leggi il resto

Video

Life Lagoon Refresh

Il progetto Life Lagoon Refresh prevede l’immissione di acqua dolce dal Fiume Sile alla Laguna di Venezia, per ripristinare il gradiente salino, ricreare l'habitat a canneto, migliorare l’ambiente lagunare e la sua biodiversità. E' disponibile il video di lancio del Progetto.
Guarda il video

 

Seguiteci anche su:

TwitterFacebookInstagram

Questionario sulla soddisfazione dell'utenza