Perchè una Rete Nazionale

Azioni sul documento

Nel 2009 a “Geoitalia - VII Forum italiano di Scienze della Terra, in una sessione dedicata: “Recupero e valorizzazione delle miniere dismesse: lo stato dell’arte in Italia”, ISPRA affronta la tematica del recupero museale delle miniere e nel 2011 pubblica gli atti del convegno, nel Quaderno Ambiente e Società, 3/2011, con i risultati del censimento in atto.

Sempre nel 2009, l’ISPRA convoca un tavolo tecnico di lavoro che vede riuniti i principali parchi e musei minerari italiani, nel corso del quale si sancisce la necessità di una rete museale nazionale e si istituisce ufficialmente la “Giornata Nazionale delle Miniere” - in stretta collaborazione con l’Associazione Italiana per il Patrimonio Archeologico ed Industriale (AIPAI), in sinergia con l’Associazione Nazionale Geologia & Turismo, con il patrocino dell’Associazione Nazionale Ingegneri Minerari (ANIM) e dell’Associazione Mineraria Italiana per l’industria mineraria e petrolifera (ASSOMINERARIA).

L’intento è di creare un forum permanente per lo scambio di informazioni tra le diverse realtà minerarie musealizzate e favorire la fruizione del patrimonio geologico-minerario ai fini turistici e culturali.

Il 2 ottobre 2015 a Milano presso l’Expo, nel corso del workshop organizzato da ISPRA e Regione Lombardia sulla valorizzazione e sul recupero a fini culturali dei siti minerari dismessi, viene ratificata con Protocollo d’intesa l’auspicata Rete Nazionale dei Parchi e Musei Minerari Italiani, con il patrocinio di AIPAI e Ministero per lo Sviluppo economico.

Documenti di avvio rete

Video "ReMi - La Rete Nazionale dei Parchi e Musei Minerari italiani"