Workshop nazionale sulla conservazione della Lepre Italica

Azioni sul documento

Azioni locali per la strategia locale. Barbarano Romano, 4 giugno 2010

Workshop nazionale sulla conservazione della Lepre Italica

Le conoscenze sulla Lepre italica, a quindici anni dalla sua riscoperta, sono ancora ampiamente deficitarie e non permettono di proporre una gestione che sia supportata da dati e conoscenze consolidate.

Se da un lato le aree protette sono state utilizzate come laboratori per approcciare le prime conoscenze sulla specie, dall’altro non vi è certezza sulle interazioni di questa lepre con altre specie e con gli interessi e le modalità di gestione dell’attività venatoria. Anche la mancata inclusione della Lepre italica tra le specie di interesse comunitario non contribuisce alla definizione, anche sperimentale, di linee guida per la sua gestione in tutti i tipi di territorio.

Il grande sforzo portato avanti dall’allora INFS, sia nella definizione di un piano d’azione nazionale per la specie che nella collezione di tutte le informazioni disponibili sui Lagomorfi d’Italia, non sempre è stato tradotto nelle azioni locali di pianificazione e gestione. Di contro alcune azioni locali intraprese e che in questo workshop sono state riunite, hanno permesso di contribuire fattivamente alla strategia nazionale: da qui la necessità e la voglia di un confronto a tutto campo e a livello nazionale.

Ringraziamo quindi tutte le persone che hanno partecipato a questo workshop e che contribuiscono nella conservazione e nella conoscenza di questo importante endemita italiano.

La pubblicazione è disponibile solo in formato elettronico.

Scarica la pubblicazione (pdf - 1.33 mb)

    ISPRA
    Atti
    /2012
    978-88-448-0563-0
    archiviato sotto: