Variazioni e tendenze degli estremi di temperatura e precipitazione in Italia

Azioni sul documento
Variazioni e tendenze degli estremi di temperatura e precipitazione in Italia

La variabilità climatica riguarda sia i valori medi delle variabili climatiche che le loro distribuzioni statistiche e, in particolare, i valori estremi. La conoscenza degli estremi meteoclimatici e delle loro variazioni ha particolare rilevanza nella definizione delle strategie di adattamento ai cambiamenti climatici; infatti, gli eventi estremi sono spesso causa di impatti negativi rilevanti sulla salute, le attività economiche, il territorio, l’ambiente e la società in genere. Nel rapporto vengono analizzati con metodi statistici gli indici di estremi di temperatura e precipitazione in Italia nell’ultimo mezzo secolo, sulla base delle serie di dati giornalieri disponibili.  Dapprima vengono descritti i dati utili in ingresso e i criteri di selezione delle serie; poi vengono introdotti gli indici standard definiti dai gruppi di lavoro internazionali e i metodi applicati per il calcolo dell’indici sui dati italiani; infine, vengono presentati i risultati, sia come stima dei trend su ciascuna  meteorologica che come andamento temporale medio in Italia di ciascun indice.

Pubblicazione disponibile solo in formato elettronico

Scarica la pubblicazione (pdf 5 Mb)

ISPRA
Stato dell'Ambiente
37/2013
978-88-448-0599-9
archiviato sotto: