Grandi impianti di combustione

Azioni sul documento

Per grande impianto di combustione si intende qualunque impianto di combustione con potenza termica nominale non inferiore a 50 MWth.
Sono esclusi da tale definizione gli impianti elencati all’art.273, comma 15 del decreto legislativo 3 aprile 2006, N. 152, modificato all’art.22 comma 7 del d.lgs. 4 marzo 2014 , n. 46.
Nel caso in cui gli effluenti gassosi di due o più impianti afferiscano ad uno stesso camino, si prende in considerazione l’insieme di questi come un unico impianto.
Tutte le disposizioni relative ai grandi impianti di combustione sono contenute negli art.  268, 273 e  274 del d. lgs. 152/2006 (modificati dagli art. 19, 22 e 23 del d. lgs. 46/2014).

Acquisizione di dati relativi ai grandi impianti di combustione

Il  Decreto  Legislativo  152/2006,  all’articolo 274 (modificato  dall’art.  23  comma  4  del  d.  lgs.  46/2014) fornisce  indicazioni  sulla  “Raccolta  e  trasmissione dei dati sulle emissioni dei grandi  impianti  di combustione”:
"entro il 31 maggio di ogni anno, a partire dal 2006, i gestori dei grandi impianti di combustione comunicano all’Istituto superiore per la prevenzione e la ricerca ambientale (ISPRA), ..., la tipologia dell’impianto gestito, la data di messa in esercizio dell’impianto e, con riferimento all’anno precedente, le emissioni totali, di biossido di zolfo, ossidi di azoto e polveri, ..., la quantità annua totale di energia prodotta rispettivamente dal carbone, dalla lignite, dalle biomasse, dalla torba, dagli altri combustibili solidi, dai combustibili liquidi, dal gas naturale e dagli altri gas, riferita al potere calorifico netto, le ore operative, nonché la caratterizzazione dei sistemi di abbattimento delle emissioni."
Il decreto dispone che i dati di cui sopra siano raccolti e inviati in formato elettronico e a questo scopo è stato pertanto predisposto un modulo, in formato excel.
È necessario compilare un foglio per ogni singolo camino.
I moduli compilati devono essere inviati per posta elettronica agli indirizzi: grandi.impianti@isprambiente.it, DVA-III@minambiente.it
specificando nell’oggetto che si tratta del “modulo dati grandi impianti”.
Si  invitano i gestori degli impianti a sottoscrivere la comunicazione con firma digitale basata su un certificato qualificato, rilasciato da un certificatore accreditato ai sensi del DL 82/2005.

Per chiarimenti ed informazioni rivolgersi a ISPRA:
Mario Contaldi, tel. 06.5007.2539,  Riccardo De Lauretis,  tel. 06.5007.2543,  Francesca Lena, tel. 06.5007.2599,  Emanuele Peschi, tel. 0650072628

Documentazione
Sulla base di tutte le informazioni raccolte, ISPRA elabora una relazione per il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, che lo stesso deve trasmettere alla Commissione europea, ogni tre anni. Tale riepilogo contiene l’apporto energetico dei combustibili utilizzati, nonché le emissioni di biossido di zolfo, ossidi di azoto e polveri di tutti i grandi impianti di combustione, con l’indicazione della tipologia di impianto, in particolare nel caso si tratti di una turbina a gas o di una raffineria. I riepiloghi triennali, fino all’anno 2012, trasmessi per la prima volta entro il 31 dicembre  2007, relativamente al periodo 2004 – 2005 - 2006, sono disponibili all’indirizzo:

http://groupware.sinanet.isprambiente.it/reportnet/library/combustion_plants

La pubblicazione ISPRA:
Grandi impianti di combustione: emissioni totali, e missioni specifiche e concentrazioni – Anni 2007 2008 2009 (RAPPORTO 132/2011) è disponibile alla pagina:
http://www.isprambiente.gov.it/it/pubblicazioni/rapporti/grandi-impianti-di-combustione-emissioni-totali