Mobilità sostenibile e mobility management

Azioni sul documento

 

La mobilità sostenibile è la capacità di soddisfare i bisogni della società di muoversi liberamente, di accedere, di comunicare, di commerciare e stabilire relazioni senza sacrificare altri valori umani ed ecologici essenziali oggi e in Futuro.
(Fonte: World Business Council for Sustainable Development, Mobility 2030 Report, 2004).
Mobilità sostenibile e mobility management
Il Mobility management è un approccio ai bisogni della mobilità fondamentalmente orientato alla gestione delle domanda, che sviluppa ed implementa strategie volte ad assicurare il trasporto delle persone e delle merci in modo efficiente, con riguardo a scopi sociali, ambientali e di risparmio energetico. La gestione della mobilità è un concetto riguardante la promozione della mobilità sostenibile nonché la gestione della domanda di trasporto privato mediante il cambiamento degli atteggiamenti e del comportamento degli utenti.  Comporta nuove partnership e un set di strumenti di supporto e incoraggiamento al cambio di abitudini verso mezzi sostenibili di trasporto.
Un  set di strumenti normalmente basato su:
  • Informazione e comunicazione,
  • Organizzazione di servizi,
  • Coordinamento di attività ed interventi dei diversi soggetti,
  • Promozione.
Queste misure ‘soft’ , di costi contenuti ed efficienti, combinate alle misure ‘hard’ del trasporto urbano (nuove linee idi tram, nuove strade, nuove piste ciclabili, etc.) hanno l’effetto di rafforzarne l’efficacia.
Il Mobility manager è una figura professionale  obbligatoria  ai sensi dell’art. 3 del DM 27/3/1998 negli enti pubblici  e nelle aziende private con più di 300 dipendenti per “unità locale” e con oltre 800 dipendenti operanti in più sedi locali  in comuni  classificati a rischio di inquinamento atmosferico.  Egli ha l’incarico formulare proposte per  ottimizzare gli spostamenti dei dipendenti allo scopo di ridurre l’utilizzo  individuale del mezzo privato,  sostenendo l’uso del trasporto pubblico e ricercando possibili alternative, come: car pooling, car sharing, bike sharing, trasporto a chiamata, navette ecc. E’ coordinato a livello comunale o provinciale dal mobility manager di area  (DM 20/12/200).  Viene riconosciuta nell’ambito della Green economy.