Carta della Natura alla scala 1:50.000 e 1:25.000

Azioni sul documento

I lavori per la realizzazione di Carta della Natura d’Italia alla scala 1:50.000 sono iniziati con una impegnativa fase sperimentale che ha coinvolto il mondo accademico nazionale tra la fine degli anni novanta ed il 2004. Tale studio, al quale hanno contribuito molte università italiane, ha portato alla realizzazione di carte di habitat di aree significative distribuite su tutto il territorio nazionale, permettendo di testare metodologie e tecniche di realizzazione della carta e di ideare ed applicare metodologie di valutazione ambientale dei biotopi cartografati.

A partire dal 2004, chiusa la fase sperimentale, i lavori sono stati articolati per ambiti regionali, anche grazie alla partecipazione attiva di diverse Amministrazioni Regionali, Agenzie Regionali per la Protezione dell’Ambiente (ARPA) ed Enti Parco.

Fin dall’inizio il progetto è stato impostato avendo come riferimento l’intero territorio italiano, basandosi per questo sull’impiego di dati omogeneamente rilevati, ufficiali e presenti a livello nazionale.

Negli anni i metodi e i dati impiegati, a seguito di successive sperimentazioni, sono stati oggetto di modifiche e/o integrazioni per aumentare la significatività e garantire l’omogeneità dei risultati a scala nazionale.

Si rimanda alla consultazione del manuale Il Progetto carta della Natura alla scala 1:50.000 per la comprensione dell’impostazione concettuale, della metodologia adottata e dei dati impiegati.

Nel 2019 è stata redatta la nuova Legenda nazionale per la cartografia degli habitat

Per la visualizzazione e la consultazione delle cartografie regionali ad oggi disponibili è possibile accedere al GeoPortale ISPRA nell’approfondimento tematico del  Sistema Carta della Natura .

Le pagine web relative alle singole regioni sono in fase di aggiornamento

La figura che segue illustra lo stato di avanzamento di Carta della Natura alla scala 1.50.000 nelle diverse regioni italiane.

 

I dati, disponibili su richiesta (modulo), sono suddivisi ed elaborati per ambiti regionali.

Attualmente per le regioni: Piemonte, Lombardia, Trentino Alto Adige, Marche e Calabria le cartografie degli habitat non sono disponibili.

Per informazioni: cartanatura@isprambiente.it