Approccio metodologico per la valutazione d’impatto delle infrastrutture viarie: criteri ecologici e aspetti normativi

Azioni sul documento
La realizzazione e la fruizione di strade, autostrade ed altre infrastrutture è oggigiorno causa di notevoli effetti negativi sugli ecosistemi e la continuità della rete ecologica viene spesso interrotta dalla rete tecnologica. I principali impatti ambientali dovuti alla rete viaria possono essere riassunti in inquinamento e disturbo, distruzione di habitat, frammentazione dell'ambiente, "effetto barriera" e, infine, collisione con la fauna selvatica. Più in particolare, gli incidenti tra veicoli ed animali selvatici mettono a repentaglio la sicurezza dei mezzi e di chi li guida e vanno inoltre a causare importanti perdite animali, anche tra specie rare. Il problema dell'equilibrio tra sviluppo e ambiente, adeguando le infrastrutture viarie e adottando le più giuste misure di prevenzione, rappresenta un obiettivo di fondamentale e di urgente necessità sia per noi che per gli animali. Diviene quindi essenziale la buona progettazione delle nuove infrastrutture viarie in modo da ridurre le interazioni ecologiche e migliorare la compatibilità ambientale. Tramite l'utilizzo di appositi modelli di progettazione, è però oggi possibile localizzare il migliore percorso da disegnare così come individuare i maggiori punti di criticità e sviluppare le idonee misure di mitigazione. Si auspica quindi che il mantenimento di reti ecologiche funzionali diventi una priorità nell'ambito di tutte le attività di pianificazione territoriale, e che gli specialisti faunistici possano essere coinvolti nella progettazione di infrastrutture sin dallo studio delle prime varianti: la collaborazione multidisciplinare è essenziale. Cercando di superare l'artificiosa compartimentazione fra le diverse discipline, la progettazione integrata delle infrastrutture viarie perfeziona le diverse competenze di esperti specialistici (ecologo, architetto, ingegnere), andando a progettare opere tecnicamente valide ma anche ambientalmente sostenibili.
di Nadia Pieretti

Prof. Riccardo Santolini

ex Facoltà di scienze e tecnologie
Università degli studi di Urbino
2006

Ecologia, Ecosistema, Habitat, Impatto Ambientale, Mitigazione, Paesaggio, Rete Ecologica, Specie, Sviluppo Sostenibile, Territorio
Tesi di Laurea Triennale
Contenuti correlati
Scheda tesi Pieretti