Bertolla: dal Piano al Progetto – Futuro dell’area dei lavandai, partendo dalla tradizione

Azioni sul documento
Barca Bertolla, questo come qualsiasi altro luogo ha subito le influenze dell'attività antropica, che l’ha plasmato nel corso della storia, facendone ciò che oggi è un’area periferica residenziale al servizio delle attività svolte nella campagna di Torino. Sono qui rimaste tracce di diverse pratiche susseguitesi nel tempo, tenendo sempre meno in conto l'aspetto naturale, per soddisfare le esigenze della città in espansione. Diverse sono le peculiarità di questo luogo, particolarmente vissuto in passato dalla popolazione Torinese e non. Particolare è la presenza di un lembo di territorio che è rimasto completamente isolato costituendo oggi la riserva naturale del Meisino, patrimonio della città per la fondamentale funzione ecologica. La consapevolezza dell'evoluzione storica si va, quindi, ad affiancare alla ricerca di quelle che sono le esigenze ecologiche e urbanistiche riscontrate rispettivamente nel patrimonio di specie vegetali e animali presenti e nell’ultimo piano regolatore della città. L’analisi di questi aspetti si pone come cardine di questo lavoro, e proprio partendo da questi vuole essere affrontato il tema proposto. L’approccio alla pianificazione urbanistica ed ecologica mira ad avvicinare due “mondi” che troppo spesso in passato hanno lavorato non tenendo conto uno dell’altro. Missione della figura professionale che rappresentiamo è far dialogare diverse realtà per arrivare a una corretta progettazione che tenga conto, per quanto possibile, di tutti i complicati aspetti della vita nelle nostre città. Le ricerche svolte sono state impostate in modo da identificare per ognuno dei tre ambiti (Storico, Urbanistico ed Ecologico) linee guida fondamentali in seguito sviluppate nella parte progettuale. Obiettivo imprescindibile del lavoro è stato rispecchiare le esigenze del quartiere e dei suoi abitanti in primis, più in generale della Città di Torino; ma lo stesso peso ha avuto la ricerca di equilibrio e convivenza tra aspetti naturali e antropici.
di Luca Chiesa

Prof.ssa Ilda Vagge

Facoltà di Architettura - Dipartimento di Scienze per l’Architettura
Università di Genova
2013

Area Urbana, Paesaggio, Pianificazione, Rete Ecologica
Tesi di Laurea Magistrale
Contenuti correlati
Scheda tesi Chiesa