Effetti indipendenti di perdita e frammentazione dell’habitat sulla distribuzione del moscardino (Muscardinus avellanarius, L.) e dello scoiattolo comune (Sciurus vulgaris, L.)

Azioni sul documento
Con questa ricerca si è valutato, per due specie di mammiferi (moscardino e scoiattolo), il ruolo indipendente di perdita di habitat, frammentazione per se e connettività strutturale sulla loro distribuzione alla scala del paesaggio. Il dato più innovativo è legato, non soltanto all’aver sviluppato uno studio ad una scala più ampia rispetto a quanto viene fatto dalla maggior parte delle ricerche che affrontano tali temi, quella del paesaggio, ma anche all’aver evidenziato l’effetto indipendente di una proprietà del paesaggio, la connettività strutturale, il cui aumento è considerato di estrema importanza ai fini della conservazione. I risultati ottenuti mostrano che la priorità di conservazione per le due specie target (M. avellanarius e S. vulgaris) sia rappresentata dal ripristino dell’habitat ed in generale dall’interruzione della sua perdita piuttosto che dall’aumento di elementi connettivi. Sicuramente per percentuali di habitat residuo inferiori al 5-10% un aumento anche cospicuo di strutture connettive è del tutto inefficace. Questa ricerca con i suoi risultati indica come sia fondamentale valutare l’effetto che un aumento di strutture connettive ha a seconda della quantità di habitat residuo nel paesaggio e naturalmente a seconda delle specie target.
di Barbara Pollini

Prof. Luigi Boitani
Dott. Alessio Mortelliti

Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
Università degli Studi di ROMA "La Sapienza"
2010

Conservazione, Habitat, Paesaggio, Specie
Tesi di Laurea Magistrale
Contenuti correlati
Scheda tesi Pollini