Specie invasive

Azioni sul documento

 

Le specie esotiche invasive sono specie non indigene la cui introduzione e / o diffusione di fuori del loro range naturale passati o presenti rappresentano una minaccia per la biodiversità. Esse sono considerate, almeno sulle isole, il secondo motivo più importante per la perdita di biodiversità a livello mondiale (dopo la perdita di habitat, diretto o distruzione) (Shine et al. 2009).

Circa 10 000 specie esotiche sono state registrate in Europa. Alcune di queste specie sono state introdotte di proposito e rimangono economicamente importanti. Tuttavia, una percentuale delle specie esotiche causa gravi danni alla biodiversità autoctone, classificandosi come specie aliene invasive in base alla Convenzione sulla diversità biologica (AEA, 2009).
Le specie invasive possono causare gravi danni alle specie autoctone in competizione con loro per il cibo, mangiare, diffondere malattie, provocando mutazioni genetiche attraverso incroci con loro (EEA, 2010b).

 

 

ISPRA: Attività e progetti