Il valore economico della biodiversità

Azioni sul documento
Il valore economico della biodiversità

L’evoluzione dell’economia umana è passata da un’era in cui il fattore limitante dello sviluppo economico era il capitale umano all’era attuale in cui il capitale naturale sta diventando il primo fattore limitante.

Consapevoli del fatto che i mancati interventi a favore della biodiversità possono avere un’incidenza devastante nel benessere dell’umanità, si studia la biodiversità in un contesto più ampio rispetto al passato evidenziando i suoi stretti legami con la sfera economica e socio-istituzionale.

 

Obiettivi

Conoscere l’attuale visione e gestione della risorsa naturale per suggerire revisioni per il miglioramento e la sostenibilità del modello economico e dei processi di scelta politica e di gestione.

 

Informazioni cronologiche

Inizio attività 1/1/2009

 

Struttura Organizzativa e Contatti

Dipartimento Difesa della Natura, Servizio Tutela della Biodiversità

 

Fonti di finanziamento

Interno

 

Partners

Università degli Studi del Molise – Dipartimento di Scienze e Tecnologie per l’Ambiente e il Territorio

 

Ambiente geografico

Europeo e mediterraneo

 

Prodotti

Marino D., Piotto B. (a cura di), 2010. Il valore economico della biodiversità e degli ecosistemi. Economia della conservazione ex situ. Manuali e linee guida ISPRA 64/2010