L'andamento delle emissioni

Azioni sul documento

 

Nell'ambito degli strumenti e delle politiche per fronteggiare i cambiamenti climatici, un ruolo fondamentale è svolto dal monitoraggio delle emissioni dei gas climalteranti (gas serra). In Italia, nel 2015, le emissioni totali di gas serra, espresse in CO2 equivalente, sono diminuite del 16.7% rispetto all'anno base (1990).

Emissioni per settore

Questa riduzione, riscontrata in particolare dal 2008, è conseguenza sia della riduzione dei consumi energetici e delle produzioni industriali a causa della crisi economica e della delocalizzazione di alcuni settori produttivi, sia della crescita della produzione di energia da fonti rinnovabili (idroelettrico ed eolico) e di un incremento dell’efficienza energetica. Tra il 1990 e il 2015 le emissioni di tutti i gas serra sono passate da 520 a 433 milioni di tonnellate di CO2 equivalente, variazione ottenuta principalmente grazie alla riduzione delle emissioni di CO2, che contribuiscono per l’82.5% del totale e risultano, nel 2015, inferiori del 17.9% rispetto al 1990. I settori della produzione di energia e dei trasporti sono quelli più importanti, contribuendo alla metà delle emissioni nazionali di gas climalteranti. Rispetto al 1990, le emissioni di gas serra del settore trasporti presentano un leggero aumento (3.2%), mentre le emissioni da impianti per la produzione di energia e da impianti industriali sono in netta diminuzione (-23.7% e -38.9% rispettivamente).

Emissioni nazionali di gas climalteranti dal 1990 al 2015 per gas

Emissioni nazionali di gas climalteranti dal 1990 al 2015 per settore

 

Principali attività  dell'ISPRA

A garantire la predisposizione e l'aggiornamento annuale dell'inventario dei gas-serra secondo gli standards richiesti, in Italia, è l'ISPRA che coordina il Sistema Nazionale (National System) relativo all'inventario delle emissioni dei gas-serra. In più, come è previsto dalla Convenzione-quadro sui cambiamenti climatici per tutti i Paesi industrializzati, l'ISPRA riporta in uno specifico documento, il National Inventory Report, le metodologie di stima utilizzate, unitamente ad una spiegazione degli andamenti osservati.