Sicurezza nucleare e radioprotezione

Azioni sul documento

img

La legislazione vigente attribuisce all’ISPRA-Dipartimento Nucleare, Rischio tecnologico e Industriale le funzioni e i compiti di autorità di regolamentazione competente per la sicurezza nucleare e la radioprotezione delle installazioni nucleari e delle attività d’impiego delle sorgenti di radiazioni ionizzanti.

Tali funzioni e compiti, che sono svolti dalle strutture dell’ISPRA-Dipartimento Nucleare, Rischio tecnologico e Industriale da molti anni, prima come Direzione per la Sicurezza Nucleare e la Radioprotezione (DISP) dell’ENEA e successivamente come ANPA, APAT e, dal 2008, come ISPRA, continuano ad essere svolti, ai sensi del D.Lgs n. 45/2014, fino al completamento del processo istitutivo dell’Ispettorato per la sicurezza nucleare e la radioprotezione (ISIN) stabilito dallo stesso decreto legislativo.

Le funzioni riguardano gli impianti nucleari e le installazioni ove vengono impiegate sorgenti di radiazioni ionizzanti:

  • centrali ed altri impianti nucleari, oggi in fase di disattivazione,
  • reattori di ricerca,
  • installazioni ove le sorgenti di radiazioni sono impiegate a fini industriali, di ricerca o medici,
  • attività di trasporto di materie radioattive,
  • depositi di rifiuti radioattivi.

I controlli vengono svolti a livello preventivo, in fase autorizzativa, e successivamente durante le fasi di realizzazione e di esercizio o, nel caso di operazioni di disattivazione, nel corso del loro svolgimento tramite specifiche attività di vigilanza.

In fase autorizzativa, l’ISPRA-Dipartimento Nucleare, Rischio tecnologico e Industriale, sulla base delle proprie valutazioni esprime pareri tecnici vincolanti, fissando eventuali prescrizioni, all’amministrazione procedente (i.e. Ministero dello Sviluppo Economico) che emette l’atto autorizzativo. Nel quadro delle autorizzazioni in essere l’ISPRA-Dipartimento Nucleare, Rischio tecnologico e Industriale emette, altresì, approvazioni di progetti di dettaglio o di piani operativi.

In fase di realizzazione e di esercizio la vigilanza è svolta dall’ISPRA per mezzo dei propri ispettori che, per la funzione, hanno la qualifica di ufficiali di polizia giudiziaria. Continua...