Piano d'azione G8 open data

Azioni sul documento

L'Italia ha aderito all'open data Charter del G8 nel giugno 2013 impegnandosi a realizzare una serie di attività relative ai dati aperti. Il primo impegno previsto è la pubblicazione, entro il mese di ottobre 2013, di un Piano d'azione nazionale in cui i Paesi del G8 indichino come intendono attuare la promozione dei dati aperti  nel proprio contesto nazionale.

G8 Open Data

Il primo Piano d'azione italiano è stato quindi  redatto al fine di condividere informazioni con i partner internazionali e scambiare conoscenze sulle rispettive politiche nazionali in tema di dati aperti . Il documento introduce gli impegni delle amministrazioni coinvolte in materia di dati aperti.

Il piano d'azione è stato elaborato dal Dipartimento della funzione pubblica in cooperazione  con l'Agenzia per l'Italia digitale (AGID) e con la collaborazione delle seguenti pubbliche amministrazioni ed enti:

  • Ministero dell'interno

  • Ministero dell'economia e delle finanze

  • Dipartimento per gli affari giuridici della Presidenza del Consiglio dei Ministri

  • Dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica - Ministero dello sviluppo economico

  • Agenzia delle entrate

  • Istituto nazionale di statistica - Istat

  • Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale- ISPRA

  • Regioni


Il Piano d'azione G8, è stato presentato  il 31 ottobre 2013 e  sarà successivamente sottoposto a consultazione  allo scopo di acquisire input pubblico così come previsto nell' opendata Charter. Le osservazioni che emergeranno saranno poi sintetizzate e condivise a livello internazionale anche in vista delle future iniziative di dati aperti nel contesto del G8.

Per saperne di più

 

Le informazioni contenute in questa sezione sono fornite sotto licenza "Italian Open Data License" v. 2.0.Logo Italian Open Data License