Atlante delle specie marine protette nelle AMP e nei siti Natura 2000 in Sicilia

Azioni sul documento

 

L’Atlante delle Specie Marine Protette in Sicilia è stato realizzato nell’ambito del progetto istitutivo dell’Osservatorio Regionale della Biodiversità della Regione Sicilia. L’Atlante costituisce una raccolta di schede di specie marine protette e/o minacciate di estinzione, considerate tali ai sensi delle diverse Direttive Comunitarie ed accordi internazionali per la conservazione della natura (i.e. Habitat, Uccelli, SPA/BIO, Berna, Bonn, CITES, ACCOBAMS) e che risultano avere almeno una segnalazione in Aree Marine Protette ed Aree Natura 2000 (Siti di Importanza Comunitaria e Zone a Protezione Speciale) della Sicilia.

L’Atlante è stato realizzato attraverso una specifica indagine bibliografica nell’ambito di un’azione progettuale finalizzata a realizzare una prima base dati su specie ed habitat marini protetti in Sicilia, allo scopo anche di ottemperare, a livello regionale, alle richieste delle Direttive sopra citate oltre che della Direttiva Quadro sulla Strategia per l’Ambiente Marino.

In totale, per le suddette aree siciliane, è stato possibile reperire bibliografia relativa a 123 specie protette appartenenti ai seguenti taxa: alghe, fanerogame, poriferi, cnidari, molluschi, crostacei, echinodermi, rettili, uccelli e mammiferi. Sulla base dei dati bibliografici, per ciascuna specie è stata realizzata, in collaborazione con l’IAMC_CNR, la mappa di distribuzione dei records* nelle AMP, nelle ZPS e nei SIC siciliani. Per rettili, uccelli e mammiferi, vista l’ecologia delle specie, molte delle quali compiono ampi spostamenti, la mappa di distribuzione delle osservazioni è stata estesa a tutta la regione siciliana.

L’Atlante racchiude le schede descrittive delle specie censite, con notizie sia di carattere generale, sia derivanti dall’elaborazione dei dati reperiti per le aree siciliane. Ogni scheda, corredata di foto della specie e della mappa di distribuzione dei records sopradescritta, riporta informazioni relative alla sistematica, all’habitat, alla distribuzione, alle misure di conservazione previste per la specie, alle pressioni e minacce e all’eventuale rischio di estinzione (facendo riferimento ai dati delle Liste Rosse secondo i criteri IUCN a livello Globale, Europeo, Mediterraneo o Italiano).

 

* - I punti visualizzati con un triangolo si riferiscono a dati non associati a ritrovamenti puntuali le cui coordinate sono state assegnate in base alla posizione del centroide del poligono di riferimento; qualora il centroide ricadesse in area terrestre, il punto veniva spostato nell’area ove la sua presenza fosse più probabile in base anche alle sua ecologia e alle conoscenze acquisite. I punti visualizzati con un pallino si riferiscono al punto effettivo georeferenziato riportato in bibliografia.

- Punti e triangoli hanno due colorazioni diverse in base all’anno/periodo dell’osservazione: rosso in riferimento agli anni successivi al 2001, giallo per gli anni precedenti.