Tecnologie alternative agli HFC made in Italy e opportunità per il sistema Italia

Azioni sul documento

Primo censimento nazionale sulle alternative agli HFC nei settori della refrigerazione, condizionamento d’aria, schiume, antincendio, aerosol: attese, risultati, criticità e sfide per il futuro.

Prospettive e opportunità per il Sistema Italia alla luce del Fondo Multilaterale Ozono e la cooperazione ambientale bilaterale

L’ISPRA nell’ambito delle proprie attività con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, ha organizzato una giornata di confronto dal titolo “Tecnologie alternative agli HFC made in Italy e opportunità per il sistema Italia” che si è svolta a Roma lo scorso 12 luglio 2019 presso la propria sede.

Il Workshop è stato anche l’occasione per presentare il risultato di una ricerca iniziata due anni fa e pubblicata sulla linea editoriale “documenti tecnici” di ISPRA dal titolo: First National Census on HFC alternative technologies – Aerosol,  Air conditionig, Foams and Refrigeration sectors”. Questo lavoro ha messo insieme per la prima volta in Italia le informazioni disponibili sulle tecnologie alternative agli HFC made in Italy nei settori delle refrigerazione, condizionamento, schiume, aerosol e sistemi fissi antincendio. Un vero e proprio censimento che vuole ricostruire un quadro preliminare delle tecnologie rispettose del clima nei settori che utilizzano gas fluorurati.

Il workshop inoltre è stato un momento di approfondimento e discussione sull’esistenza di tecnologie italiane alternative, di brevetti, formazione specifica e di internazionalizzazione delle aziende.

Ampia la partecipazione alla giornata di lavoro alla quale hanno preso parte i rappresentanti del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, l’Università e la ricerca, le Associazioni di categoria e le Aziende dei settori.

La giornata ha permesso ai partecipanti di trarre reciproco vantaggio dalla condivisione delle informazioni oltre a fornire utili spunti di riflessione circa le prospettive della filiera che opera nel comparto al livello nazionale. Il recente accordo di Kigali fa inoltre emergere la necessità di accrescere la dimensione internazionale delle nostre aziende attraverso la partecipazione ai progetti finanziati dal Fondo Multilaterale per l’attuazione del Protocollo di Montreal.

Programma

Presentazioni