Consumo di suolo e servizi ecosistemici: il progetto LIFE+ SAM4CP

Azioni sul documento
Consumo di suolo e servizi ecosistemici: il progetto LIFE+ SAM4CP

Il progetto Soil Administration Models 4 Community Profit (SAM4CP), finanziato dal programma europeo LIFE+ consentirà, nel corso dei 4 anni di attività, di rendere disponibili alcuni strumenti per una migliore gestione del suolo, con particolare attenzione alla valutazione e alla mappatura dei servizi ecosistemici, intesi come i benefici tangibili e non tangibili che l’uomo può trarre da tale risorsa naturale.

L’azione si concentra sull’influenza delle trasformazioni del territorio sulle risorse ambientali, al fine di migliorare la capacità delle amministrazioni locali di tenere conto degli effetti delle scelte di pianificazione territoriale, anche simulando scenari di sviluppo, di avere un quadro degli effetti ambientali del consumo di suolo (http://www.isprambiente.gov.it/it/temi/suolo-e-territorio/il-consumo-di-suolo) e di aumentare la consapevolezza dei vantaggi associati alla tutela del suolo e delle sue funzioni fra amministratori pubblici, professionisti e il pubblico.

Infatti, come sottolineato dalle "Guidelines on best practice to limit, mitigate or compensate soil sealing" del gruppo di lavoro della Commissione Europea, e come evidenziato dal Rapporto sul consumo di suolo in Italia dell’ISPRA, il suolo fornisce una grande varietà di funzioni e servizi ecosistemici. La maggior parte, se non tutti, i servizi resi dal suolo hanno un'utilità diretta ed indiretta per l'uomo. Appare quindi cruciale, nell’ambito delle politiche di gestione e di pianificazione del territorio, valutare le ricadute delle diverse scelte di pianificazione territoriale e urbanistica, attraverso la stima dei costi e benefici associabili a diversi scenari di uso del suolo, e/o a politiche di tutela e indirizzi propri degli strumenti di pianificazione territoriale ed urbanistica.

Il progetto consentirà di:

  1. Dimostrare come una pianificazione del territorio che integra nei propri processi di decisione una valutazione dei benefici ambientali assicurati dal suolo libero, garantisce alla collettività una riduzione consistente del consumo di suolo ed un risparmio complessivo grazie alla tutela delle risorse naturali e delle finanze pubbliche;
  2. Valorizzare e integrare negli strumenti di governo del territorio e al fine di ridurre il consumo di suolo i principali servizi ecosistemici legati al suolo e/o alla sue variazioni d'uso (sequestro carbonio, biodiversità, depurazione acqua, protezione dall’'erosione dei suoli, produzione legname, impollinazione, produzione agricola);
  3. Proteggere ed assicurare un uso sostenibile della risorsa suolo, evidenziando gli effetti negativi del consumo di suolo per il bilancio ambientale di un territorio;
  4. Mantenere e valorizzare le funzioni ecosistemiche complessive del suolo rese alla collettività in maniera gratuita;
  5. Evitare i costi pubblici del ripristino delle funzioni ecosistemiche rese dal suolo e della manutenzione del territorio;
  6. Tutelare le funzioni agricole del suolo mantenendo inalterate le altre funzioni.

ISPRA partecipa al progetto insieme alla Provincia di Torino (capofila), INEA e Politecnico di Torino e, in particolare, curerà la valutazione e la quantificazione dei benefici ecosistemici resi dal suolo.

Per maggiori dettagli, si prega di contattare:

ing. Michele Munafò ISPRA – michele.munafo@isprambiente.it