Il progetto GSSP

Azioni sul documento

GSSP è l’acronimo di GLOBAL STRATOTYPE SECTION AND POINT, e si tratta di geositi di interesse internazionale.
Un GSSP è una successione rocciosa, dallo spessore variabile da pochi ad alcune decine di metri, che contiene al suo interno un punto che rappresenta il limite fra due piani della scala cronostratigrafica standard globale. Questo punto viene chiamato Chiodo d’oro (Golden Spike).

Si tratta dunque di geositi di importanza mondiale in quanto rappresentano lo standard di riferimento per la definizione di un determinato limite cronostratigrafico, ossia la base di una unità di vario rango (eratema, sistema, serie, piano).
Ciascun GSSP è scelto dopo lunghe, approfondite e documentate ricerche, da parte degli specialisti di tutto il mondo, di quel particolare intervallo temporale e viene votato da un’apposita commissione della ICS (International Commission on Stratigraphy), organo della IUGS (International Union of Geological Sciences).
Nel 2008 l’ISPRA ha dato l'avvio ad un progetto per la  valorizzazione dei GSSP italiani, attualmente dieci, sia incontrando gli amministratori dei comuni italiani che ospitano un GSSP nel loro territorio, sia stampando una targa da apporre sul sito, sul modello di quanto avviene in molti Paesi  e realizzando un geodatabase consultabile sul sito web dell’ISPRA,

http://sgi.isprambiente.it/geositiweb/gssp/.