Storia della micologia italiana e primo contributo alla nomenclatura corretta dei funghi

Azioni sul documento
Storia della micologia italiana e primo contributo alla nomenclatura corretta dei funghi

Nel 2007 il Dipartimento Difesa della Natura dell'Agenzia per la Protezione dell'Ambiente e per i Servizi Tecnici, insieme all’Associazione Micologica Bresadola, istituì il Progetto Speciale Funghi, con l'intento di fornire strumenti operativi non convenzionali, validi per il territorio nazionale, per la valutazione della qualità ambientale utilizzando i funghi quali indicatori biologici.

Il progetto, curato attualmente da ISPRA, prevede la raccolta in campo del materiale fungino, insieme al suo riconoscimento e alla relativa conservazione, ai fini della realizzazione di un inventario della flora micologica nazionale.

Il presente manuale, strutturato in tre parti (una storica e due dedicate, rispettivamente, ai nomi di oltre settemila funghi e delle abbreviazioni dei nomi degli autori dei taxa fungini) è stato realizzato sulla base delle regole di nomenclatura in vigore dal 2012 definite nel Codice Internazionale di Nomenclatura per le alghe, funghi e piante(ICN) (cd. Melbourne Code), e, nelle intenzioni dei proponenti, costituisce lo strumento basilare finalizzato al superamento della mancanza di omogeneità terminologica dovuta alla diversità di classificazioni tassonomiche.

Pubblicazione disponibile solo in formato elettronico

Scarica la pubblicazione

ISPRA
Manuali e linee guida
104/2013
978-88-448-0592-0
archiviato sotto: