Nuovi approcci per la valutazione della qualità dell’ambiente marino nel contesto delle direttive europee

Azioni sul documento

L’università degli Studi di Cagliari (Dipartimento di Scienze Mediche e Sanità Pubblica, Laboratorio di Igiene Ambientale) organizza una giornata di approfondimento sui temi comuni ai progetti Interreg SE.D.RI.PORT (Sedimenti, dragaggi e rischi portuali) e MONITOOL (New tools for water quality monitoring) di cui è partner, in particolare sull’applicazione delle tecniche di campionamento passivo nei programmi di monitoraggio dell’ambiente marino-costiero.

Il progetto SEDRIPORT (Interreg Marittimo IT-FR) ha come obiettivo la valutazione del rischio per l’ambiente marino legato al rilascio e alla diffusione di contaminanti per risospensione dei sedimenti portuali (dragaggi, traffico navale). Capofila del Progetto è l’Assessorato dei Trasporti della Regione Sardegna e  partner del progetto sono UNICA, Università di Tolone, ISPRA, ARPA Liguria, Dipartimento del VAR, Provincia di Livorno e Office des Transports della Corsica.

Il progetto MONITOOL (Interreg-Atlantic Area) si prefigge lo scopo di valutare l’utilizzo di tecniche di campionamento passivo degli inquinanti per una ridefinizione degli Standard di Qualità Ambientale (EQS) stabiliti dalle normative europee. UNICA svolge le stesse ricerche nel Mediterraneo permettendo un confronto dei risultati. Il capofila del progetto è la DCU University di Dublino e tra i partner figurano importanti centri di ricerca sul mare della fascia atlantica, quali IFREMER (Francia), CEFAS (Gran Bretagna), AZTI (Spagna), IST e IPMA (Portogallo) e ITC (Canarie).

All’evento parteciperà un esperto ISPRA.

Programma

archiviato sotto: