logo
 
 

Newsletter ISPRA n. 95 - Anno 2016

Aprile 2016
 

EVENTI

VIII Giornata nazionale delle miniere
Territorio nazionale, 28-29 maggio 2016
SPRA, AIPAI, ANIM, ASSOMINERARIA e G&T, con il Patrocinio del Consiglio Nazionale dei Geologi (CNG) e dei Servizi Geologici Nazionale Europei (EuroGeoSurveys), promuovono anche quest'anno, il 28 e 29 maggio e date prossime, l’VIII Giornata Nazionale delle Miniere con un ricco programma sul territorio nazionale, per favorire la fruizione del patrimonio minerario e geologico.
Continua...

Conferenza dell’iniziativa di programmazione congiunta della ricerca sull’acqua - “Sfide idriche per un mondo che cambia" Water JPI
Roma, 19 maggio 2016
In occasione della Conferenza dell’iniziativa di programmazione congiunta della ricerca sull’acqua, organizzata da ISPRA, sarà presentata l’Agenda Strategica di Ricerca e Innovazione dell’Iniziativa Congiunta sull’acqua - Water JPI - alla quale partecipano 20 paesi, tra cui l’Italia con l’ISPRA, oltre alla Commissione Europea. Il documento, di cui verrà illustrata la versione recentemente aggiornata (2.0 che sostituisce la precedente 1.0), contiene i temi di ricerca e innovazione tecnologica che sono stati identificati come prioritari nell’ambito dei cinque argomenti che fondano la visione comune promossa dalla Water JPI: la sostenibilità degli ecosistemi acquatici, lo sviluppo di sistemi idrici sicuri per i cittadini, la promozione di una maggiore competitività dell’industria legata alla risorsa idrica, la realizzazione di un sistema economico più efficiente per l’uso dell’acqua, la chiusura del ciclo idrologico.
Continua...

Gestione dell’Erosione costiera: linee guida nazionali
Roma, 29 aprile 2016
Il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha avviato nell’aprile 2015 le attività per la costituzione del Tavolo Nazionale sulla Erosione Costiera (TNEC) mediante il coinvolgimento di tutte le Regioni rivierasche italiane, che fanno anche parte della rete della “Carta di Bologna”, con il coordinamento tecnico dell'Istituto Superiore per la Ricerca e la Protezione Ambientale (ISPRA) e della comunità scientifica nazionale (CNR, Università). Il TNEC si è posto come primo obiettivo la formulazione di "Linee guida nazionali per la difesa della costa: gestione della dinamica costiera" previste per giugno 2016, con l’intento di sviluppare attività di collaborazione, mediante i soggetti istituzionali partecipanti, con i Paesi del Mediterraneo. In questo modo il TNEC potrebbe rappresentare un volano per la promozione di iniziative simili attraverso progetti di cooperazione con altri Paesi MED e nell'ambito di specifici programmi europei, con la prospettiva di contribuire alla discussione, alla creazione e all'attuazione delle strategie macro-regionali e di bacino mediterraneo esistenti ed emergenti (ad esempio EUSAIR e strategia marina per il Mediterraneo occidentale). 
Continua...

L’ambiente in biblioteca, le biblioteche per l’ambiente: reti e altre buone pratiche
Roma, 15 aprile 2016
Il convegno intende favorire il dialogo e l’incontro delle istituzioni bibliotecarie operanti sul territorio nazionale in ambito ambientale, al fine di promuovere - a beneficio dell’utenza - la conoscenza delle diverse realtà esistenti, la condivisione delle risorse informative disponibili, delle best practice applicate, delle competenze e delle strutture tecnologiche, il rafforzamento dei rapporti di collaborazione e la creazione di nuove sinergie, nella logica del mutuo supporto e del “fare rete” per l’erogazione dei servizi inerenti le tematiche legate all’ambiente. Una giornata di confronto e dibattito da cui scaturiscano nuove idee e progetti di collaborazione trasversali.
Continua...

 

NOTIZIE

RAMOGE lancia concorso fotografico
L'Accordo RAMOGE, in occasione dei suoi 40 anni, ha indetto il concorso fotografico "RAMOGE 40 anni: Il Mediterraneo nei suoi molteplici aspetti". Il concorso prevede tre temi, relativi alle principali tematiche afferenti all'Accordo stesso che costituisce uno strumento di cooperazione scientifica, tecnica, giuridica e amministrativa con cui i governi francese, monegasco e italiano mettono in atto delle azioni di gestione integrata del litorale.
Continua...

Corso di formazione per operatori MMO/PAM - Marine mammal observer/Passive acoustic mitigation
Il Servizio Agenti Fisici di ISPRA organizza, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Ecologiche e Biologiche-Università della Tuscia, il primo corso di formazione nazionale per operatori MMO/PAM (Marine mammal observer/Passive acoustic mitigation). Il corso, erogato a titolo gratuito, ha una durata di 36 ore e si svolge presso il Polo Universitario di Civitavecchia, Piazza Verdi 1, 00053 Civitavecchia (Aula 2), dal 2 al 6 Maggio p.v.
Continua...

Presentazione del volume "Biology, ecology and culture of grey mullet (Mugilidae)"
Roma, 22 aprile 2016
La Biblioteca ISPRA è lieta di comunicare che, venerdì 22 Aprile 2016, presso la  Sala Conferenze ISPRA di via Brancati 48, si terrà la presentazione del seguente volume, edito nel 2016 dalla CRC Press (Boca Raton - USA), nell’ambito delle monografie dedicate alla biologia e all’ecologia di varie specie ittiche: “Biology, ecology and culture of grey mullet (Mugilidae)”, a cura di Donatella Crosetti e Stephen Blaber. Si tratta di un compendio sulla biologia, l’ecologia e l’allevamento dei Mugilidi, specie ittiche di grande interesse dal punto di vista biologico e dell’acquacoltura ecosostenibile.
Continua...

One deer two islands: secondo rilascio dei cervi in Corsica
Il 15 marzo 2016, nell’ambito del progetto LIFE+ “One deer two islands”, è stato portato a termine con successo il secondo rilascio in Corsica di cervi originari della Sardegna. Cinque animali sono stati liberati nel sito Natura 2000 del Massif du Rotondu, nel comune di San Petru di Venacu. L’obiettivo principale di questa operazione è aumentare la variabilità genetica dei cervi presenti in Corsica. Sono stati trasferiti due maschi adulti, due femmine adulte e una giovane, risultati tutti idonei ai controlli sanitari previsti dalle normative delle due isole.
Continua...

Linked Open data
Il progetto pilota “Linked ISPRA” prevede la trasformazione di quattro set di dati in Linked Open Data. Gli insiemi di dati scelti per la pubblicazione in formato LOD riguardano i dati in “tempo reale” raccolti dalle reti di monitoraggio ISPRA relativi alle altezze di marea, di onda con associati dati meteorologici, quelli del consumo del suolo e infine i dati inerenti gli interventi pubblici per la difesa del suolo.


PUBBLICAZIONI

Il sistema di osservazione delle specie marine aliene. L'applicazione pilota SINAnet della citizen science nell'ambito della biodiversità
Il Sistema Specie Marine Aliene (SMA) è stato disegnato e sviluppato per fornire un adeguato supporto informatico e telematico alla raccolta e gestione delle segnalazioni fornite da cittadini (in genere pescatori), dell'avvistamento/cattura di esemplari che si presume appartengano a specie marine aliene. Oltre ad un’APP sviluppata per dispositivi mobili, il sistema implementa un workflow per la successiva fase di validazione della segnalazione, effettuata da esperti, alla fine della quale tali segnalazioni e tutte le informazioni correlate sono rese fruibili pubblicamente su un sito web e attraverso servizi di dati a standard OGC.
Continua...

Benefici ed incentivi a livello locale per l’adesione ad EMAS ed Ecolabel UE. Analisi dello stato dell’arte, valutazione di efficacia e buone pratiche
Il rapporto presenta lo stato dell’arte in Italia dei provvedimenti agevolativi adottati dalle pubbliche amministrazioni a livello locale per incentivare le organizzazioni registrate EMAS e i prodotti certificati Ecolabel UE. Sulla base del quadro degli incentivi adottati il documento effettua dei confronti tra diverse realtà regionali individuando sia buone pratiche da valorizzare sia eventuali disparità territoriali rispetto alle quali definire interventi di mitigazione. Infine il rapporto contiene un’ulteriore analisi delle diverse tipologie di provvedimenti agevolativi adottati che, attraverso la predisposizione di specifiche schede, ne definisce l’efficacia, i punti di forza e di debolezza al fine di fornire utili indicazioni di natura operativa ai soggetti “programmatori”.
Continua...

Rete gamma: Rete automatica di monitoraggio radiologico dell'ambiente ai fini di pronto allarme e di controllo della ricaduta radioattiva. Edizione 2014
L’ISPRA, in base a quanto previsto dall’art. 123 del D.L 230/95 che prevede l’istituzione del Cevad, si è dotata di una rete di monitoraggio radiometrica in grado di fornire in tempo reale al Cevad la situazione della radioattività ambientale sul territorio nazionale. La rete di monitoraggio gamma, al 31 dicembre 2014, è costituita da 61 centraline che misurano in maniera automatica e continua la dose gamma in aria (kerma, 43 stazioni) e l’H*(10) (18 stazioni), distribuite sull’intero territorio nazionale in base a criteri di uniformità, significatività dei punti di misura e vicinanza ai centri abitati. Il presente report fornisce lo stato della rete di monitoraggio nel 2014. In particolare, attraverso delle schede comprensive di mappe ed immagini, viene indicata l’anagrafica delle centraline e sono riportati i valori misurati nel corso dell’intero anno solare assieme ad una analisi dei dati forniti.
Continua...

Giornata nazionale delle miniere, Edizioni 2009-2015
Il presente lavoro raccoglie alcune delle esperienze fatte in questi sette anni dai gestori dei musei minerari e dei parchi sul territorio, per evidenziare l’importanza della Giornata ed il riscontro della popolazione alle iniziative organizzate.
Continua...

 

Questionario per la soddisfazione dell'utente

Vi chiediamo gentilmente di collaborare dandoci un Vostro giudizio sul Portale dell'ISPRA. Abbiamo a tal fine predisposto un questionario che Vi chiediamo di voler cortesemente compilare. Le Vostre segnalazioni ed i Vostri suggerimenti saranno utilizzati per migliorare i servizi offerti dal Portale. La compilazione del questionario è in forma anonima e le risposte ottenute saranno trattate solamente a fini statistici. Grazie per la collaborazione.
Continua...

 

Seguiteci anche su:

TwitterFacebookGoogle +Pinterest