Acque interne

Azioni sul documento

Progetti attivi

 

Change We Care

Il progetto di coesione territoriale Change We Care che è finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale. ISPRA è membro del consorzio che riunisce sei Enti italiani e cinque croati. Il progetto, che ha una durata di 30 mesi, si pone l’obiettivo di implementare la conoscenza e il monitoraggio degli effetti dei cambiamenti climatici sugli ambienti di transizione e costieri dell’area Adriatica, al fine di pianificare le necessarie misure di mitigazione e adattamento.

Eco-AlpsWater

Il progetto Eco-AlpsWater si propone di analizzare il DNA ambientale (Environmental DNA - eDNA) nei corpi idrici, avvalendosi della tecnica della Next Generation Sequencing (NGS).

LAGOON REFRESH

Il progetto LIFE LAGOON REFRESH prevede il ripristino nel SIC “Laguna Superiore di Venezia” (IT3250031) dell’ambiente ecotonale tipico delle lagune microtidali, caratterizzato da un marcato gradiente salino e da ampie superfici intertidali vegetate da canneto (principalmente Phragmites australis).

 

 

 

 

MARINA

Le attività del progetto “Marine knowledge sharing platform” finanziato dal programma “Science with and for Society” del programma comunitario per la ricerca e l’innovazione Horizon 2020 sono iniziate il primo maggio 2016 e hanno una durata di 36 mesi. Al consorzio di progetto partecipano 14 partner di 12 diversi Stati membri e paesi associati al programma H2020, i quali sono impegnati a realizzare l’obiettivo di dare attuazione ai principi di una ricerca e innovazione responsabili per migliorare il coinvolgimento dei cittadini nelle iniziative adottate dalla Commissione Europea per affrontare le principali e più attuali sfide sociali.

     

     

     

    NANOBOND

    Il progetto si propone di verificare la capacità di particolari materiali nanostrutturati di adsorbire contaminanti di natura organica ed inorganica presenti in sedimenti marini e fluviali contaminati, accoppiando l’azione di bonifica a quella di disidratazione dei sedimenti prescelti, tramite impiego di membrane geotessili drenanti (geotube), al fine di una riduzione dei volumi di materiali da gestire secondo le normative vigenti.

     

     

    PIANO

    Il progetto PIANO (Policies, Innovation And Networks for enhancing Opportunities for China Europe water cooperation) è finanziato dal programma europeo per la ricerca e l’innovazione Horizon 2020 e supportato dalla piattaforma Europa –Cina sull’acqua CEWP, un’iniziativa di collaborazione intergovernativa tra gli Stati membri dell’Unione Europea e il governo della Cina sul tema dello sviluppo sostenibile delle risorse idriche.

    SUSHIN
    SUstainable fiSH feeds INnovative ingredients

    SUSHIN è finalizzato allo studio e alla ricerca di ingredienti alternativi alla farine e oli di pesce, per la formulazione di mangimi più sostenibili per la trota, la spigola e l’orata, le tre principali specie ittiche allevate in Italia. Il progetto studierà il valore nutritivo di diete formulate con nuovi ingredienti (farine di crostacei, microalghe, insetti, ecc.) e gli effetti sulla performance di crescita e la salute dei pesci, sulla qualità e la sicurezza alimentare del prodotto e l’accettabilità dei consumatori e del mercato.

     

     

    Tongzhou Water Environment Evaluation and Strategy
    Beijing – China

    Il Progetto TWEES nasce nell’ambito della collaborazione bilaterale Italia-Cina per rispondere all’esigenza della Municipalità di Pechino di riqualificare il Distretto orientale di Tongzhou, una vasta area localizzata a sud-est di Pechino, ricca di risorse idriche e comprensiva di ampie zone industriali e agricole. L’area è stata individuata nel piano di programmazione di Pechino come uno dei futuri centri di sviluppo urbano ed economico della regione ed  entro i prossimi due anni ospiterà la sede e tutti gli uffici della Municipalità di Pechino.

    Water JPI - Water Challenges for a Changing World
    (WaterWorks2014 - WaterWorks2015 - IC4WATER - WaterWorks2017)

    Alla Joint Programming Initiative sull’acqua partecipano 23 paesi, tra cui l’Italia con l’ISPRA, oltre alla Commissione Europea. Inoltre 3 stati membri seguono le attività della WATER JPI come osservatori. L’iniziativa risponde alla grande sfida di “realizzare sistemi idrici sostenibili per un’economia sostenibile dentro e fuori l’Europa”. Nessun paese europeo può affrontare questa sfida da solo, sia per l’ampiezza delle azioni richieste, sia per le diversità geografiche che caratterizzano le questioni relative all’acqua. Inoltre, per rispondere adeguatamente ad una tale sfida è richiesto un approccio multidisciplinare, dal momento che debbono essere affrontati compiti rilevanti dal punto di vista non soltanto economico, ma anche ecologico, tecnologico e sociale.

     

    Ultimo aggiornamento: 24/05/2019

    archiviato sotto: