Acque interne e marino costiere

Azioni sul documento

 

Progetti attivi

 

 

 

 

AcquaTrace

    Focalizzandosi sulle specie maggiormente allevate in Europa, ovvero trota, salmone, spigola, orata e rombo chiodato, AquaTrace sta mettendo a punto nuovi marcatori molecolari, basati sull’analisi del DNA e validati forensicamente, in grado di identificare il pesce di acquacoltura, consentire la tracciabilitàgeografica delle popolazioni naturali, ed individuare eventuali incroci tra selvatici e allevati; fornendo così ad allevatori, scienziati ed istituzioni nuovi strumenti di controllo ed efficaci indicatori ambientali.

    EUSeaMAP 2

    Seabed Habitats was initiated in EMODnet Phase I (2009-2013) through the EUSeaMap project. During the current Phase II (2013-2016), Seabed Habitats will extend the work carried out during the preparatory Phase 1 to move from a prototype to an operational service delivering full coverage of a broad-scale map for all European sea-basins, along with the dissemination of maps from surveys.

    IMPACT

    IMPACT (IMpatto Portuale su Aree marine protette: azioni Cooperative Transfrontaliere) affronta la sfida della gestione di aree marine protette (AMP) vicine a zone portuali. L’obiettivo è definire piani transfrontalieri di gestione sostenibile per la protezione efficace delle AMP in armonia con le esigenze di sviluppo dei porti, elementi fondanti della Blue Growth. Ulteriore obiettivo è quello di fornire un supporto agli enti preposti all’attuazione della Marine Strategy Framework Directory.

     

     

     

     

    MARINA

    Le attività del progetto “Marine knowledge sharing platform” finanziato dal programma “Science with and for Society” del programma comunitario per la ricerca e l’innovazione Horizon 2020 sono iniziate il primo maggio 2016 e hanno una durata di 36 mesi. Al consorzio di progetto partecipano 14 partner di 12 diversi Stati membri e paesi associati al programma H2020, i quali sono impegnati a realizzare l’obiettivo di dare attuazione ai principi di una ricerca e innovazione responsabili per migliorare il coinvolgimento dei cittadini nelle iniziative adottate dalla Commissione Europea per affrontare le principali e più attuali sfide sociali.

       

       

      PIANO

      Il progetto PIANO (Policies, Innovation And Networks for enhancing Opportunities for China Europe water cooperation) è finanziato dal programma europeo per la ricerca e l’innovazione Horizon 2020 e supportato dalla piattaforma Europa –Cina sull’acqua CEWP, un’iniziativa di collaborazione intergovernativa tra gli Stati membri dell’Unione Europea e il governo della Cina sul tema dello sviluppo sostenibile delle risorse idriche.

       

      SEDI. TERRA
      Linee guida per il trattamento dei sedimenti dragati nell’area Marittimo”

      Il progetto ha come obiettivo la gestione dei sedimenti dragati all’interno dei porti al fine di evitarne l’insabbiamento, consentire i traffici e l’utilizzo dei porti in sicurezza a fini commerciali e turistici e assicurare il deflusso delle acque, anche in conseguenza di eventi meteo climatici avversi (alluvioni) dovuti al cambiamento climatico.

       

       

       

      SEDRIPORT

      Il progetto SEDRIPORT (SEdimenti, Dragaggi e RIschi PORTuali) propone di introdurre, in ambito transfrontaliero, un sistema condiviso per il costante monitoraggio dell’insabbiamento, delle condizioni meteo-marine e dei principali parametri chimico fisici delle acque e dei sedimenti delle aree portuali e delle aree costiere limitrofe e definire strategie comuni per il ripristino dei fondali.

      SERESTO

      Il progetto  si propone di favorire la ricolonizzazione delle praterie di piante acquatiche nel SIC IT3250031 “Laguna Superiore di Venezia”, tramite il trapianto principalmente di Zostera marinaNanozostera noltii.

       

       

      Tongzhou Water Environment Evaluation and Strategy
      Beijing – China

      Il Progetto TWEES nasce nell’ambito della collaborazione bilaterale Italia-Cina per rispondere all’esigenza della Municipalità di Pechino di riqualificare il Distretto orientale di Tongzhou, una vasta area localizzata a sud-est di Pechino, ricca di risorse idriche e comprensiva di ampie zone industriali e agricole. L’area è stata individuata nel piano di programmazione di Pechino come uno dei futuri centri di sviluppo urbano ed economico della regione ed  entro i prossimi due anni ospiterà la sede e tutti gli uffici della Municipalità di Pechino.

      Water JPI - Water Challenges for a Changing World
      (WaterWorks2014 - WaterWorks2015 - IC4WATER)

      Alla Joint Programming Initiative sull’acqua partecipano 20 paesi, tra cui appunto l’Italia con l’ISPRA, oltre alla Commissione Europea. L’iniziativa risponde alla grande sfida di “realizzare sistemi idrici sostenibili per un’economia sostenibile dentro e fuori l’Europa”. Nessun paese europeo può affrontare questa sfida da solo, sia per l’ampiezza delle azioni richieste, sia per le diversità geografiche che caratterizzano le questioni relative all’acqua. Inoltre, per rispondere adeguatamente ad una tale sfida è richiesto un approccio multidisciplinare, dal momento che debbono essere affrontati compiti rilevanti dal punto di vista non soltanto economico, ma anche ecologico, tecnologico e sociale.

       

      Ultimo aggiornamento: 30/08/2017

      archiviato sotto: